27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2021 alle 17:59:00

Cronaca

Fogna nelle Borgate, dossier del Comune


Il completamento della fogna nelle borgate, eterna chimera per i residenti. E’ praticamente da una vita che San Vito, Lama e Talsano si battono per vedere realizzati e messi in funzione gli impianti.

Ed è da sempre che la questione si trascina tra una petizione e l’altra e tra mille dubbi sugli iter avviati, per poi essere interrotti, ripresi, e magari bloccati.

Con una sorta di ‘operazione verità’ l’assessore ai Lavori Pubblici, Lucio Lonoce, ha voluto dare un quadro dettagliato della situazione: «A seguito dei vari incontri svolti con i tecnici responsabili della Direzione LL.PP. alla presenza del Dirigente sul tema del completamento delle reti di fognatura nera a servizio delle zone di Talsano, Lama e San Vito, si indica lo stato delle procedure per l’attuazione delle opere in questione».

Un vero dossier, zona per zona. Si parte dalla ‘Rete di fognatura nera a servizio degli abitanti di Talsano S. Donato’: «i lavori sono stati ultimati e si è in attesa del collaudo delle opere (già richiesto) da parte della Commissione di Collaudo». 

Più articolato il capitolo relativo al ‘Completamento rete di fognatura nera a servizio degli abitanti di S. Vito – Lama – Carelli (impianto di sollevamento via Girasoli)’: «A seguito dei pareri favorevoli espressi da parte degli Enti competenti (Soprintendenza, Forestale), in data 10/11/2011 veniva ordinata all’impresa Bulfaro la ripresa dei lavori; L’impresa in questione, ritenendo risolto il contratto per inadempimento da parte del Comune, presentava domanda di arbitrato; Il Consiglio della Camera Arbitrale, con verbale del 19/9/2012 dichiarava l’archiviazione della procedura di arbitrato; il contratto sottoscritto con l’Impresa Bulfaro è stato dichiarato risolto con atto dirigenziale n. 49 del 31/01/2013; Sono in atto tutti gli adempimenti conseguenziali alla risoluzione contrattuale; Dal punto di vista propriamente tecnico, invece, si sta procedendo alla nomina del Progettista/Direttore lavori che dovrà provvedere alla contabilizzazione delle opere già realizzate, alla verifica della funzionalità delle stesse ed al completamento della rete e dell’impianto di Via Girasoli; E’ stato richiesto alla Direzione urbanistica/Edilità unico parere paesaggistico, riguardante tanto l’impianto di sollevamento Via Girasoli quanto l’impianto di sollevamento di Via Zoche».

Quindi si passa al ‘Progetto definitivo per il completamento delle reti idriche e fognanti zona S. Vito – Lama – Talsano da parte dell’AQP: “In data 4 febbraio 2013 si è svolta specifica riunione con i Dirigenti LL.PP., Pianificazione Urbanistica – Edilità, Patrimonio, Avvocatura, al fine di definire e risolvere la problematica relativa all’acquisizione al patrimonio comunale di diverse strade private per il completamento e/o l’avvio di interventi di urbanizzazione, quali la realizzazione della rete idrica e fognante. Al termine della riunione si è concordemente definita la strada da seguire per la risoluzione dell’annosa questione. Dal canto suo, l’AQP dopo aver ricevuto da parte della Direzione Patrimonio dell’atto di compravendita riferito all’area di Via del Faro funzionale alla realizzazione dell’impianto di sollevamento relativo, ha attivato le procedure di gara conseguenti».

Quindi la sezione dedicata all’Intervento di convogliamento delle acque bianche in località San Vito (in prossimità della cosiddetta doppia curva): «a seguito di concessione di finanziamento statale, la Direzione Lavori Pubblici ha proceduto ad individuare il tecnico progettista nella persona del Dirigente della Direzione LL.PP. Ing. Moccia con supporto tecnico esterno».

Non solo le borgate, l’ultima sezione è dedicata al ‘Completamento rete di fognatura nera a servizio del quartiere Solito/Corvisea (impresa Cogital Srl)”: «il contratto sottoscritto con l’Impresa Cogital Srl è stato dichiarato risolto con atto dirigenziale; Sono in atto tutti gli adempimenti conseguenziali alla risoluzione contrattuale; Dal punto di vista propriamente tecnico, invece, si sta procedendo alla nomina del Progettista/Direttore lavori che dovrà provvedere alla contabilizzazione delle opere già realizzate, alla verifica della funzionalità delle stesse ed al completamento della rete e dei relativi impianti».

«Gli elementi indicati – conclude l’assessore Lonoce – dimostrano la volontà dell’Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco e del sottoscritto, oltre che l’impegno dei tecnici coinvolti di risolvere definitivamente e nel più breve tempo possibile tutte le problematiche che ad oggi non hanno consentito di completare le opere di urbanizzazione nelle zone in argomento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche