Cronaca

Sequestrato a Taranto il “kit” per le truffe


TARANTO – Nel covo dei ricettatori c’era anche il “kit” per le truffe. Blitz, nella tarda mattinata di ieri, condotto dai poliziotti della sezione “Falchi” della Squadra Mobile, in un appartamento situato nella borgata di Talsano. Gli agenti in borghese della Questura hanno denunciato per ricettazione C.A., tarantino di venticinque anni. I poliziotti diretti dal dottor Roberto Giuseppe Pititto nel corso di mirati servizi per il contrasto di rapine, furto e scippi hanno proceduto ad una accurata perquisizione nell’abitazione del giovane, che tra l’altro è già conosciuto dalle forze dell’ordine per specifici precedenti.

Nel corso del meticoloso controllo hanno rinvenuto all’interno di un armadio, un computer portatile, alcuni hard disk, tre mazzi di chiavi, due chiavi di auto, rispettivamente di una Mercedes e di una Opel e la somma di 490 euro in contanti, tutto probabile provento di furto. Inoltre gli agenti hanno recuperato alcuni documenti d’identità falsi che riportavano la foto del giovane denunciato e numerose buste paghe e cud palesemente contraffatti e utilizzati probabilmente per compiere delle truffe. Infine i “Falchi” sono riusciti a recuperare anche un piccolo involucro di cellophane contenente alcuni grammi di hashish, oltre a tutto il necessario per il confezionamento delle dosi. Dopo la perquisizione e il sequestro il venticinquenne è stato condotto negli uffici della Questura di via Palatucci e dopo le formalità di rito è stato segnalato all’autorità giudiziaria. Indagini in corso per risalire ai proprietari della refurtiva che è stata rinvenuta nel covo dei ricettatori. La Squadra Mobile lavora anche per far luce su un probabile giro di truffatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche