25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 07:30:39

Cronaca

Provincia, tutti restano ancora in carica


Tutti sanno che l’esperienza amministrativa in Provincia è ormai giunta al capolinea. Qualcuno però sembra non rassegnarsi all’idea, nonostante l’arresto del presidente Gianni Florido e le conseguenti “dimissioni irrevocabili”.

Il prefetto Claudio Sammartino ha già nominato un commissario. Sarà Mario Tafaro, prefetto di Bari, a guidare l’Ente, in funzione del presidente e della Giunta.

Per quanto riguarda il Consiglio, invece, la situazione diventa, con il passare delle ore, sempre più ingarbugliata. Prima la fuga in avanti dei consiglieri di Sel, che si sono dimessi il giorno successivo all’arresto del presidente, anticipando solo di qualche ora il consigliere Turco.

Una mossa che ha causato un corto circuito politico-amministrativo di difficile risoluzione, visto che il Pd ha annunciato le dimissioni dei componenti dell’Esecutivo e dei consiglieri credendo di provocare lo scioglimento immediato del Consiglio. Ma nulla, le dimissioni della maggioranza dei consiglieri devono avvenire in maniera contestuale. In assenza di altri consiglieri di centrosinistra, il Pd è stato costretto a “guardare a destra”.

Stamattina, a mezzogiorno, nel corso di una conferenza stampa (nella foto dello studio Ingenito) i consiglieri del Popolo della Libertà hanno messo sul piatto le loro dimissioni ma non per ragioni di tipo “giudiziario”. «In più circostanze abbiamo chiesto le dimissioni della Giunta provinciale – ha spiegato il consigliere Luigi Laterza – per tutti i problemi rimasti irrisolti. Vogliono sciogliere il Consiglio? Vengano ora in segreteria per apporre con noi le firme per le dimissioni e rimediare alla sciocchezza che hanno fatto».

Il riferimento, neanche troppo velato, è alle dimissioni “alla spicciolata” che hanno impedito lo scioglimento del Consiglio. Un invito, quello del Pdl, che resta lettera morta. «Non andremo a firmare oggi – ha garantito il capogruppo del Pd Luciano Santoro poco prima dell’inizio della conferenza stampa dei consiglieri pidiellini. Domani, nel corso della riunione dei capigruppo, ci confronteremo per risolvere definitivamente la vicenda».

Il Consiglio, per ora, resta in carica. Domani… è un altro giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche