29 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Ottobre 2020 alle 09:13:06


Si è tenuta questa mattina, presso la sala degli specchi di Palazzo di città, la conferenza stampa di presentazione della prima e seconda regata regionale di canottaggio prevista nei giorni 3 e 4 ottobre prossimi (manifestazioni agonistiche valide per le classifiche nazionali della Federazione Italiana Canottaggio). “ I numeri delle presenze sono davvero eccezionali – spiega Nicola Mancini, Responsabile del Comitato Organizzatore Locale Taranto Canoa-. Tutta la Puglia sarà presente con circa 400 equipaggi che, nella due giorni di gare, si daranno battaglia nello specchio d’acqua del primo seno del mar piccolo con accesso e logistica dalla banchina Torpedinieri su gentile concessione della Marina Militare”.

13 le società partecipanti: 2 dalla regione Toscana (Accademia Livorno e D’Aloja), 1 dalla regione Campania (Italia CRV), 10 dalla regione Puglia (LNI Barletta, Taranto Canoa, Brindisi Rowing, Rowing Club Taranto, Cus Bari, Palio di Taranto, Circolo Canottieri Barion, Pro Monopoli, LNI Brindisi, VVF Carrino Brindisi) che disputeranno le regate nelle giornate di sabato a partire dalla ore 15 e domenica a partire dalle ore 9. 

“Diverse le iniziative del COL  per questa due giorni di gara – prosegue Mancini -. 

Abbiamo voluto raccogliere l’invito del Comune di Taranto e del CONI di portare a Taranto eventi importati anche di carattere nazionale e di formare giovani alle diverse attività sportive in vista dei Giochi del Mediterraneo, pertanto abbiamo fortemente voluto questa due giorni di gare, abbiamo presentato una candidatura per il 2021 e abbiamo coinvolto nello staff organizzativo un gruppo nutrito di giovani”.

“Anche in questa occasione l’ATT supporta le iniziative di turismo sportivo, canale molto importante per il turismo a Taranto e ne abbiamo la dimostrazione con i giochi del mediterraneo – commenta Irene Lamanna, presidente ATT-. Già da diversi anni siamo stati precursori del turismo filo sportivo e siamo felici che il resto della città si sia finalmente aperto a questo tipo di canale turistico. Restiamo sempre al fianco degli sport del mare come abbiamo fatto sin dalla nostra nascita, nel 2003, con la vela, poi con la canoa e oggi anche con il canottaggio.

 “Siete i primi ad aver accolto la proposta nell’incontro con le Federazione, con il Coni e Asset. In quella occasione vi stimolammo a coinvolgere i ragazzi e formarli dal punto di vita organizzativo, perché con i giochi del Mediterraneo 2026 avremo bisogno di aiuto e vorremmo che arrivasse dai ragazzi di Taranto – spiega Fabiano Marti, vicesindaco del comune di Taranto – . L’obiettivo è attirare su Taranto maggiore attenzione e far innamorare i tarantini e i giovani allo sport soprattutto a quelli del mare. Dobbiamo investire ancora di più sul mare. Dobbiamo portare a Taranto quanti più eventi importanti per testare la nostra macchina organizzativa. Facciamo squadra uniamoci e lavoriamo tutti insieme e speriamo sia l’inizio di un percorso lungo e importante”. 

Ovviamente ci sarà massima attenzione all’applicazione delle misure di regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del Coronavirus con uno specifico protocollo condiviso ed approvato dalla Federazione Italiana Canottaggio, per questo motivo la manifestazione sarà chiusa al pubblico ma potrà essere seguita in diretta facebbok sulla pagina FIC PUGLIA.

Presenti alla conferenza stampa anche: Michelangelo Giusti (pres. CONI TA), Nicola Sgobba (Pres. FIC Puglia e Basilicata), Matteo Dusconi (dir. Gen. Assonautica Taranto) e i rappresentanti della Marina Militare.

Di seguito il programma completo della manifestazione:

SABATO ORE 15 FINALI DIRETTE OGNI 7 MINUTI FINO ALLE 18,30. PREMIAZIONI AL TERMINE DI CIASCUNA GARA

DOMENICA ORE 9 FINALI DIRETTE OGNI 7 MINUTI FINO ALLE ORE 14. PREMIAZIONI AL TERMINE DI CIASCUNA GARA.

A seguire PREMIAZIONE FINALE DEGLI ATLETI CHE NEL 2019 HANNO CONSEGUITO RISULTATI DI LIVELLO NAZIONALE

1 Commento
  1. Fabio 4 settimane ago
    Reply

    Gara di canottaggio e foto del sedile fisso….. No ma bell’articolo davvero. Peccato che le Foto non c’entrino nulla con la Disciplina descritta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche