22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 14:24:26

Cronaca

Piste ciclabili, proseguono i lavori a Taranto. “Tolleranza zero per chi le occupa con le auto”


Con la posa del nuovo asfalto in corso Due Mari e sul lungomare Vittorio Emanuele III, prosegue il tracciamento della rete di piste ciclabili progettata dall’amministrazione Melucci.
Si tratta del primo stralcio dell’intervento previsto dal Piano della Ciclabilità, parte essenziale del Piano Generale del Traffico Urbano.
Intanto la Polizia Locale questa mattina è entrata in azione contro la sosta selvaggia sulle piste ciclabili.
Nonostante sia stata stata tracciata la segnaletica orizzontale che individua il percorso riservato alle biciclette sulla sede stradale, molte auto hanno occupato la pista ciclabile. La Polizia Locale è intervenuta tempestivamente multando i trasgressori e rimuovendo gli automezzi con l’ausilio di un carro attrezzi.
«Il prossimo passo sarà la realizzazione del tratto di ciclabile previsto su viale Virgilio – le parole del sindaco Rinaldo Melucci -, anche in questo caso procederemo contestualmente al rifacimento del manto stradale. Proseguiamo con la realizzazione del nostro Piano della Ciclabilità  e non abbiamo nessuna intenzione di consentire che questa rivoluzione venga osteggiata. Non tollereremo questi comportamenti, Taranto sarà piena di piste ciclabili e multeremo chiunque le occuperà».

 

2 Commenti
  1. Linda 3 settimane ago
    Reply

    Sindaco Melucci stai pensando alla pista ciclabile con il rifacimento della strada, ma ti sei fatto un giro per le vie di taranto? Vogliamo parlare di via buccari? Bisognerebbe farsi ogni giorno gli ammortizzatori. VERGOGNA!!!

  2. luigi 3 settimane ago
    Reply

    Diminuiscono i parcheggi a favore delle pste ciclabili (200mt. su corso due mari), i capilinea degli autobus extraurbani vengono spostati in periferia, i parcheggi in mano agli abusivi e i negozi in centro continuano a chiudere. A ciò si aggiunge il Covid. Complimenti! Tutto ok!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche