31 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 31 Ottobre 2020 alle 15:37:55

Cronaca

Morta durante un furto: tre in manette


MARTINA F. – Anziana morta durante un furto: tre fermi della Polizia. Si tratta del ventiduenne Andrea Luprano e dei ventottenni Giuseppe Montanaro e Nico D’Aversa. Rispondono di omicidio e di una serie di furti.

La vittima, una 91enne, il 7 maggio era stata rinvenuta priva di vita, nel suo letto di casa in via Manzoni, nel centro storico di Martina Franca. La notte scorsa gli agenti del Commissariato hanno fermato i tre giovani.

Il corpo senza vita dell’anziana venne rinvenuto, intorno alle 9, da un vicino di casa che passava ogni mattina a salutarla e che, dopo aver trovato la porta di casa forzata entrò e rinvenne la 91enne nel suo letto, già priva di vita. Sul posto intervenne il medico legale, dottor Michele Savito, che al termine dell’ispezione cadaverica, escluse ogni tipo di violenza, sul corpo dell’anziana. Venne successivamente eseguito l’esame autoptico, disposto dal sostituto procuratore dottor Remo Epifani.

L’autopsia effettuata nella camera mortuaria dell’ospedale di Martina dal medico legale, dottor Massimo Sarcinella, confermò che la poveretta non aveva sul corpo segni di violenza.

Molto probabilmente era stato il tentativo di furto a provocare la morte della novantunenne ma su questa ipotesi gli investigatori del Commissariato, diretti dal dottor Candita, stanno ancora lavorando. Sul posto quella mattina sono intervenuti gli equipaggi della Squadra Volante del Commissariato di Polizia.

I poliziotti avevano constatato che la porta era stata effettivamente forzata e l’appartamento messo a soqquadro, segni evidenti che qualcuno si era introdotto per mettere asegno un furto. Sul posto era intervenuto anche il medico legale che, come detto, al termine dell’ispezione cadaverica non aveva rilevato segni di violenza sul corpo della povera donna.

Tuttavia, come disposto dall’autorità giudiziaria, la salma era stata trasportata all’obitorio dell’ospedale civile, dove nei giorni successivi era stato eseguito l’esame autoptico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche