20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2020 alle 16:52:58

Cronaca

Presi i killer di via Mazzini. Banale litigio


E’ durata poche ore una vera e propria caccia ai killer che nelle prime ore di ieri mattina avevano ucciso un 57enne di Taranto sparando 5 colpi di pistola in pieno centro, davanti a decine di passanti.

Nella serata di ieri l’annuncio della polzia: sono finiti in manette gli autori dell’omicidio di Antonio Santagato. Si tratta dei fratelli Giovanni e Salvatore Pascalicchio, rispettivamente di 23 e 21 anni, il cui fermo è stato disposto dal Procuratore della Repubblica Pietro Argentino e dal Sostituto Procuratore della Repubblica Maria Stefania Ferreri Caputi. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti sarebbe stato proprio Salvatore, il più giovane dei due, a premere il grilletto ed esplodere 5 colpi di pistola contro Santagato.

I due fratelli dopo l’agguato si sono dileguati, ma grazie anche all’aiuto di alcune immagini riprese da una telecamera di una tabaccheria poco distante dal luogo in cui è avvenuta la sparatoria e dalle risultanze delle immediate indagini avviate, gli investigatori hanno subito tracciato il profilo dei due, rintracciandoli poco dopo in un appartamento di via Pupino, a poche decine di metri dal luogo dell’assalto.

L’irruzione ha consentito di rintracciare entrambi i fratelli all’interno dell’appartamento, mentre l’arma utilizzata per compiere l’agguato è stata rinvenuta in un appartamento disabitato nello stesso stabile: è una Beretta Cal.7.65 con matricola abrasa. Alla base del litigio sembrerebbe che la vittima nei giorni scorsi avesse minacciato i due fratelli riguardo la loro presenza in zona per la vendita di cozze. Entrambi al termine delle formalità di legge sono stati condotti presso la locale Casa Circondariale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche