06 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Cronaca

Arrestati dalla Squadra Mobile per rapina: emesso il “Daspo Willy” dal Questore di Taranto


Per i prossimi due anni dovranno stare lontano da sale gioco, sale scommesse e da tutti quei locali che hanno all’interno slot machine e video-lottery, presenti nell’intera provincia jonica.

Da oggi, nei confronti di due pregiudicati di origine campana arrestati dalla Squadra Mobile, il Questore di Taranto dr. Giuseppe Bellassai ha emesso il cosiddetto “DASPO Willy”.

Si tratta si una misura introdotta dal nuovo decreto sicurezza che prende il nome da Willy Monteiro Duarte, il ragazzo ucciso lo scorso settembre nei pressi di un locale della provincia romana.

Il nuovo DASPO consente di dare una risposta incisiva e mirata nei confronti dei quei soggetti ritenuti pericolosi per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

La misura di polizia è stata adottata nei confronti di due uomini, arrestati dagli uomini della Squadra Mobile perché ritenuti responsabili di due rapine a mano armata, compiute in danno di un dipendente di un’azienda di slot machine e di un’agenzia di scommesse.

In considerazione dell’alto profilo criminale dei due destinatari del provvedimento, con a carico numerosissimi precedenti che vanno dalla rapina alla rissa fino al tentato omicidio e considerata anche la loro grave pericolosità sociale, evidenziata dal loro modo di compiere rapine a mano armata in pieno giorno ed in pieno centro cittadino, il Questore di Taranto ha disposto nei loro confronti il divieto per il periodo di Due anni di accesso alle sale, gioco alle sale scommesse ed ai locali di pubblico intrattenimento della provincia di Taranto e di stazionare nelle immediate vicinanze degli stessi.

1 Commento
  1. Piero 6 mesi ago
    Reply

    Ammazza che pena. Pluripregiudicati per rapine e tentato omicidio sono diffidati per 2 anni dall’entrare in una sala scommesse.
    Sicuramente sono terrorizzati. Solo in Italia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche