19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca

Raccolta differenziata nel borgo di Taranto: lunedì 16 novembre di parte


Sta per partire la raccolta differenziata nel Borgo di Taranto. Da lunedì 16 il servizio ingegnerizzato, già realtà nel centro storico, sarà attivo nella città consolidata.

Ogni mini-isola ecologica, lo ricordiamo, è composta da quattro cassonetti intelligenti suddivisi per organico (marrone), multimateriale (di colore giallo, per carta, cartone, plastica e metalli), vetro (verde) e indifferenziato (grigio). Per accedere ai cassonetti ingegnerizzati è necessario utilizzare la card che gli utenti del Borgo hanno ricevuto a mezzo posta nelle scorse settimane (chi non l’avesse ancora ricevuta, o l’avesse smarrita, può farne richiesta presso il nostro punto informativo in piazza Garibaldi, di fronte al MarTa, o presso l’isola ecologica di via Crispi, dove è possibile anche ritirare il sottolavello e le buste per l’organico: è necessario presentare il proprio codice fiscale. In alternativa è possibile inviare una mail all’indirizzo l.esperti@amiutaranto.com indicando il proprio nome e cognome, indirizzo e codice fiscale: sarà l’azienda a comunicare le modalità di ritiro). Il sistema ingegnerizzato consente di conferire i rifiuti tutti i giorni, a qualsiasi ora, essendo dotati di chiusura ermetica (che blocca la fuoriuscita di cattivo odore).

«Il posizionamento delle mini-isole ecologiche, che andranno a sostituire gli attuali cassonetti – ha spiegato l’assessore all’Ambiente e alle Società Partecipate Paolo Castronovi – , sarà un processo graduale: ne saranno installate da quattro a cinque al giorno e si partirà da via Regina Margherita, per poi risalire il Borgo nei giorni successivi, fino al completamento dell’intera area».

L’estensione del servizio di raccolta differenziata nel Borgo è la nuova sfida dell’amministrazione Melucci e di Kyma Ambiente, ed è stata disposta con l’ordinanza sindacale 74 dello scorso 10 novembre. Segue il lancio del servizio ingegnerizzato già attivo nell’Isola Madre.

«Entro un anno dall’avvio nei quartieri Tamburi e Paolo VI, lo scorso febbraio, copriremo con il servizio l’intera città – il commento del sindaco Rinaldo Melucci –, grazie anche alla collaborazione di tutti i cittadini. La pandemia ci sta dicendo che cambiare abitudini e stili di vita è indispensabile, accogliere questa nuova modalità di gestione dei rifiuti è un passo che oggi dobbiamo compiere».

Per aiutare i cittadini in questa fase di transizione e di cambiamento è attivo il sito araccolta.it da cui è possibile attingere al materiale informativo sulle modalità di raccolta (dalle brochure che indicano il corretto frazionamento dei rifiuti al calendario degli orari di apertura delle isole ecologiche e dei Ccr). È possibile anche scaricare l’app “Riciclario” per tenersi aggiornati su tutte le evoluzioni del servizio.

«La rivoluzione è in atto – ha dichiarato il presidente Giampiero Mancarelli – e arriva nel Borgo: l’avvio della raccolta differenziata con il sistema ingegnerizzato, dopo il lancio in Città Vecchia, è un passo decisivo per pianificare anche la successiva estensione del servizio al resto del territorio. Invitiamo i cittadini a seguire le indicazioni fornite e a rispettare il corretto frazionamento e conferimento. Stiamo programmando il futuro ma occorre una risposta importante nel presente, a partire da lunedì».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche