x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 07:14:22

Cronaca

Raid vandalico in due scuole di Sava


SAVA – I vandali sono tornati a colpire nalla zona sulla via per Torricella.

Stamattina amara sopresa nella scuola media “Papa Giovanni” e nella materna di corso Italia.  L’una dall’altra distano appena 50 metri e nella stessa zona, nell’ultimo mese, altri atti vandalici erano stati registrati tra i banchi e al palazzetto.

“E’ l’ennesimo atto che si verifica in quella zona” commentano il sindaco Dario Iaia e l’assessore alla manutenzione, Pasquale Calasso. “L’ultimo di una lunga serie che ci fa riflettere e ci fa sperare che quanto prima i responsabili vengano presi”.

Stamattina sul posto i carabienieri hanno effettuato i rilievi ed è probabile che anche telecamere di videosorveglianza possano aver registrato qualcosa.

Ingenti i danni causati, soprattutto nella scuola materna dove i vandali sono entrati forzando una porta, distruggendo banchi e suppellettili. Hanno tentato anche di accendere un fuoco che, però, pare sia stato subito spento con gli estitori il cui contenuto è stato poi sparso dappertutto. Sono andati distrutti anche i lavori che le maestre e le famiglie avevano realizzato in vista della recita di fine anno programmata per i prossimi giorni.

Nella scuola media, invece, è stata rotta una porta e sparso il contenuto degli estintori in sette aule. Danni che gravano sulle casse comunali, perchè già oggi partono le operazioni di bonifica e sostituzione di quanto andato distrutto. Il sindaco ha ordinato la chiusura dei due plessi per poter eseguire gli interventi. Alla scuola media le lezioni erano già terminate, mentre alla materna, come detto, i piccoli si stavano preparando per la recita di fine anno.

I tecnici comunali in queste ore stanno valutando il tempo necessario a rimettere a posto le due strutture. Intanto su facebook il consigliere Ivano De Cataldo commenta così: “Ancora una volta intrusioni e vandalismo. Abbiamo perso il conto ormai, ma quanto si interverrà seriamente? Oltre a creare un disservizio ai cittadini rappresenta un costo notevole a lungo termine e non solo un costo in termini economici limitatamente alla casistica in oggetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche