28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 10:52:28

Cronaca

Week end di paura. Questa è …camorra


Altro che Paradiso Terrestre, come qualche pubblicitario barese o milanese vorrebbe descrivere. Un altro week end di paura in riva allo Ionio lo scorso fine settimana, tra bombe, locali che saltano e sparatorie tra la gente. Sarà arrivata la camorra?

BOMBA A “LE PICCOLE ORE”
Nella notte tra il 29 e il 30 maggio una bomba distrugge il ristorante “Le Piccole Ore”, il locale dei vip che è situato a Campomarino di Maruggio. L’attentato, che ha messo fuori uso il ristorante, è stato compiuto nei giorni successivi a un raid incendiario che ha distrutto un gazebo di uno stabilimento balneare della litoranea salentina, tra la Marina di Lizzano e l’isola amministrativa di Taranto. A Manduria, invece, colpi di fucile caricati a pallettoni erano stati esplosi contro la vetrata di un negozio di abbigliamento.

ATTENTATO A NEGOZIO
Bomba contro un negozio di abbigliamento appena inaugurato. Gli attentatori, particolarmente spavaldi, hanno colpito nel fine settimana appena trascorso. Nella notte tra sabato e domenica hanno preso di mira l’esercizio commerciale che è situato a Torre Ovo. A qualche ora dalla cerimonia tenutasi sabato sera hanno piazzato e fatto deflagrare un ordigno di basso potenziale nei pressi della porta d’ingresso. L’esplosione ha danneggiato la vetrata della porta.


RAID CONTRO UNA GELATERIA

E’ fallito il raid incendiario contro una gelateria di Montedarena grazie all’intervento dei carabinieri. I due attentatori sono stati acciuffati, un terzo è riuscito a darsela a gambe. Presa di mira una gelateria che è situata in una zona molto frequentata dai giovani. I militari dell’Arma hanno sequestrato una tanica piena di benzina, un accendino e un martello.

SPARI CONTRO UNA PIZZERIA
In piena notte colpi di pistola contro gli avventori di una pizzeria che è situata a Palagiano. Due giovani a bordo di una moto e con il volto coperto dal casco hanno esploso pistolettate contro un locale. Tanta paura ma per fortuna nessun ferito. Il proprietario della pizzeria ha riportato solo escoriazioni ad un ginocchio.

RAPINA A BENZINAIO
A Carosino tre banditi con il volto coperto da calzamaglia e armati di pistola hanno messo a segno un colpo in un’area di servizio. Bottino di circa 2mila euro.

ASSALTO ALLA CASSA BANCOMAT
Ad Avetrana è fallito l’assalto alla cassa bancomat. I ladri avevano già coperto le telecamere del ’impianto di videosorveglianza ma il furto è andato a monte grazie all’arrivo di un equipaggio dei carabinieri. Periodo nero per i commercianti soprattutto lungo la litoranea del versante orientale. Purtroppo si registra una escalation del racket.

Ora le forze dell’ordine stanno dando la caccia agli autori degli attentati dinamitardi e incendiari. Indagini serrate da parte dei carabinieri della Compagnia di Manduria e dei loro colleghi del Comando provinciale. Gli investigatori dell’Arma attendono l’esito della perizie tecniche che in queste ore vengono eseguite dagli specialisti del Nucleo artificieri del Reparto investigativo di Taranto.

C’è allarme nel versante orientale della provincia jonica per le incursioni di una banda dedita alle estorsioni e che potrebbe avere legami anche con la mala che opera nel brindisino. Si teme che possano esserci collegamenti anche la criminalità organizzata campana e calabrese che storicamente hanno sempre avuto i loro interessi nel territorio jonico. Episodi che fanno alzare la tensione tra commercianti e imprenditori che temono una ripresa del racket. Ultimi pesanti avvertimenti a Campomarino di Maruggio e a Torre Ovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche