27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 21:58:00

Cronaca

Programmi per il diritto allo studio a Taranto


Approvazione del programma degli interventi per il diritto allo studio
Il consiglio comunale convocato per il 28/11/2020 discuterà della delibera con cui si approva il programma degli interventi per il diritto allo studio.
Tale strumento consente, a partire dai servizi offerti, la richiesta del contributo regionale.
In questo anno molto particolare la giunta comunale, in linea con il programma amministrativo e con l’indirizzo del Consiglio Comunale ha adottato diversi provvedimenti a tutela del sistema educativo comunale.
In fase pre pandemica al fine di rimpinguare le risorse umane dedicate alla cura dei piccoli utenti degli asili nido, ha provveduto ad approvare un bando di concorso dedicato alla figura delle educatrici/ educatori anche in previsione della emorragia di personale dovuta ai pensionamenti ordinari e derivati dalla cosiddetta quota 100.
Un ulteriore provvedimento in tal senso risulta essere l’approvazione dello schema di avviso pubblico per la creazione di una graduatoria da dedicare alle supplenze delle figure professionali delle educatrici.
Entrambi i provvedimenti sono in itinere ma non ancora ultimati anche a causa delle limitazioni dovute alla pandemia in atto.
Alla luce di questi atti, prodotti dopo precedenti periodi di inerzia, è chiara la volontà dell’amministrazione di tutelare e migliorare il sistema educativo comunale a partire dalle risorse umane, patrimonio necessario ed imprescindibile, da dedicare a queste attività.
Anche il temporaneo affidamento a terzi di due strutture comunali è la chiara espressione della volontà di mantenimento della attuale assetto, ricordando che l’affidamento riguarda solo il supporto del personale educativo in quanto i servizi complementari che vanno dalla refezione alla pulizia sono a carico e secondo gli standard del Comune. L’alternativa, dettata dalla carenza di personale, sarebbe stata la chiusura definitiva delle strutture in affidamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche