24 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Settembre 2021 alle 21:49:00

Cronaca

Fermati a Taranto per violazione Daspo urbano



Non si fermano i servizi di controlli del personale della Divisione Polizia Amministrativa, con particolare attenzione agli esercizi commerciali ed ai circoli privati.

Nel transitare in auto nella zona di Piazzale Democrate, al Quartiere Tamburi, i poliziotti hanno notato, in un vicolo laterale, dietro un telo di colore nero sorretto da un’impalcatura, una porta semiaperta attigua all’ingresso di un circolo privato chiuso dalla saracinesca.

Insospettiti dallinusuale situazione gli agenti hanno deciso di approfondire la questione.

Il controllo ha permesso di accertare che la porta non era altro che un ingresso secondario al circolo apparentemente chiuso.

Hanno così sorpreso al suo interno quattro persone sedute a bere bevande alcoliche distribuite in quell’occasione dal presidente del club privato.

Pertanto, al termine dell’identificazione di tutti i presenti,il titolare del circolo è stato sanzionato, in violazione della normativa relativa al Covid-19, per non aver sospeso la somministrazione di alimenti e bevande all’interno del locale.

Stessa sorte è toccata ad un altro circolo privato del centro sorpreso aperto dalle pattuglie impegnate nei servizi di Comunità Sicure: il proprietario, sanzionato con la chiusura dell’attività era intento a somministrare bevande a tre avventori.

Particolare attenzione anche al fenomeno dei parcheggiatori abusivi.

Per uno di questi, un pregiudicato tarantino di 35 anni, identificato più volte nella zona Borgo, è stato emesso un DASPO urbano per un periodi di 24 mesi.

Nelle ultime settimane sono stati emessi dal Questore di Taranto ben  sei analoghi provvedimenti nei confronti di altrettanti parcheggiatori dediti a tale attività soprattutto  nelle vie del centro a conferma  della sempre massimaattenzione, dedicata al contrasto di questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche