Cultura

Le dinamiche della “polis” al Magna Grecia

Il 53 ° Convegno Internazionale di Studi in programma al Polo Universitario Jonico


TARANTO – E’ stato presentato questa mattina  alla stampa il 53 ° Convegno Internazionale di Studi sulla Magna Grecia, evento che si svolgerà a Taranto dal 26 al 29 settembre nella sede del Polo Universitario Jonico sito nell’ex convento di San Francesco, in via Duomo.

Durante le quattro giornate di lavori esperti, ricercatori, archeologi, docenti universitari, rappresentanti di fondazioni sia italiani che stranieri relazioneranno e si confronteranno sul tema “ Poleis e politeiai nella Magna Grecia arcaica e classica”.


Quest’anno, oltre alla Puglia che ospita l’evento, le Soprintendenze  invitate a relazionare sono quelle della Calabria, delle province di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta.

Durante il convegno il tema della polis, nel contesto dell’Italia Meridionale, sarà affrontato dando grande rilievo alle significative informazioni pervenute grazie alle sempre più intense ricerche archeologiche degli ultimi decenni, data la relativa carenza di fonti letterarie e di documenti epigrafici dai quali trarre testimonianza sulle politeiai e sulle vicende politico istituzionali di gran parte delle delle poleis magno-greche.

Come ogni anno, inoltre, nel corso del convegno è prevista una fiera del libro di interesse storico-archeologico, oltre all’esposizione di poster e pannelli sulle attività di scavo in Magna Grecia da parte di tutte le Soprintendenze dello stesso territorio e di Università ed Istituti di ricerca.

All’incontro con la stampa erano presenti il prof. Aldo Siciliano, presidente dell’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia,i rappresentanti degli enti che hanno offerto il patrocinio (Comune di Taranto, Provincia, Assessorato al Mediterraneo, Turismo e Cultura della Regione Puglia, l’Università degli Studi di Bari, la Camera di Commercio, la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia, la Marina Militare, la Fondazione “Cassa di Risparmio di Puglia”.

Il prof. Siciliano ha tenuto a sottolineare che il convegno offre anche una valida occasione per mettere in risalto i diversi progetti di collaborazione messi a punto tra l’Università di Bari e l’Istituto della Magna Grecia. Progetti che puntano, soprattutto, a dare un apporto sempre più valido e significativo agli studenti che si preparano ad affrontare il corso di laurea in Beni Culturali che si svolge a Taranto grazie alla nuova sede che l’Ateneo ha concesso allo stesso ISAMG.

La partecipazione al convegno è aperta a tutti gli studiosi che sono invitati a far pervenire le loro adesioni alla segreteria dell’Istituto, presso Palazzo D’Aquino, pendio La Riccia (tel. 099:7375747).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche