22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 19:54:00

Cinema Cultura

Due premi a Manfredonia per il regista tarantino Davide Caracciolo

foto di Il regista tarantino Davide Caracciolo
Il regista tarantino Davide Caracciolo

Il ventunenne regista di Statte Davide Caracciolo vince due premi alla XIV edizione del “Corto e Cultura Film Festival nelle Mura di Manfredonia” col cortometraggio “Pescado”. Nella serata di sabato 31 luglio si è svolta la premiazione del Concorso Cinematografico “Corto e Cultura Film Festival nelle Mura di Manfredonia” presso la sede della Lega Navale di Manfredonia, il festival internazionale promosso dall’associazione culturale di promozione sociale “Angeli” con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia.

Pescado vince il premio come miglior cortometraggio “Storie di Mare” e miglior fotografia al direttore Blanco Giordani. Primi riconoscimenti in Puglia dopo un percorso costellato da tante finali a Concorsi Cinematografici Nazionali e Internazionali, tra i quali Aqua Film Festival di Roma, BCT Festival Nazionale del Cinema e della Televisione di Benevento, Inferenze Short Film Festival di Somma Vesuviana (Napoli), Palma De Mallorca Internation al Films Infest ed altri. Attore protagonista del corto è Axel Caponio, unico personaggio in scena nel ruolo di un pescatore. Caponio, attore di teatro e cinema, ha già lavorato con il regista nel cortometraggio “Il Quadro d’Acqua” (2018). Alla sceneggiatura di “Pescado” ha collaborato il noto scrittore tarantino Cosimo Argentina.

“Pescado” racconta di un uomo che, su una spiaggia desolata, si accorge che il tempo è un elemento relativo e una linea irrazionale spingerà la sua coscienza ad accettare l’inevitabile. Un cortometraggio psicologico sul rapporto dell’uomo con la natura e la morte. Davide Caracciolo è allievo del Centro Sperimentale di Cinematografia, firma il suo primo cortometraggio “Circolari Apparenze” a sedici anni con il quale vince il Fuoricampo Cinema Giovane Film Fest di Roma. “Pescado” è il suo terzo corto. Caracciolo ha mosso i primi passi nell’Associazione Moonwatchers, di Statte, fondata nel 2015 da Dino Ruggieri e amanti e cultori del cinema d’autore. Davide Pablo Caracciolo ha cominciato a farne parte a 14 anni. «Abbiamo vinto e ne siamo felici. Nella serata conclusiva della XIV edizione dello storico “Corto e Cultura Film Festival nelle mura di Manfredonia” – scrive Caracciolo sul suo profilo Facebook – Pescado ottiene due importanti premi: Miglior Cortometraggio “Storie di Mare” e Miglior Fotografia a Blanco Giordani. Grazie ai compagni di viaggio, un grandissimo risultato in un festival che non ha bisogno di presentazioni quanto a importanza. Viva il cinema. Viva Pescado».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche