Cultura

Tarquinio e Lucrezia, storia di uno stupro

Valter Malosti mette in scena uno Shakespeare mai visto


E’ uno Shakespeare mai visto quello che Valter Malosti mette in scena, domani, sul palcoscenico del TaTà, per la rassegna “Periferie”.

Uno spettacolo dalle tinte forti che negli ultimi due anni ha collezionato, meritatamente, una serie di premi grazie ai contenuti di denuncia  presenti nel testo. Un testo difficile che affronta, con coraggio, la brutale violenza sulle donne ancor prima che i più scoprissero il “femminicidio”.


Malosti è il regista che si appresta a raccogliere il testimone dei grandi registi ormai più anziani del teatro italiano. Oltre a firmare la regia, Malosti è fra gli attori-protagonisti sul palco. Con lui anche Alice Spisa e Jacopo Squizzato. Lo spettacolo è consigliato ad un pubblico adulto. La storia racconta dello stupro di Tarquinio ai danni di Lucrezia e di come il suicidio della vittima spinga il popolo romano a ribellarsi e a liberarsi dal giogo della tirannia monarchica.

Il lavoro di Shakespeare è uno dei più alti esempi di meditazione sulle conseguenze dello stupro visto dalla parte di una donna. A dare corpo e voce alla vicenda due giovani attori cui è richiesto un lavoro fisico e verbale violento ed estenuante, dentro una par-titura sonora inquieta e multiforme. I corpi presentati nella loro crudezza ed evidenza appaiono come imprigionati in una sorta di ring tribunale, un universo circondato da microfoni, spiati da un ambiguo narratore-voyeur. Un’illuminante analisi dei meccanismi che generano le violenze e le sopraffazioni nei confronti delle donne. Sipario ore 20,00.

Confermato “il TaTà si fa tata”, un innovativo servizio (gratuito) che offre ai genitori la possibilità di assistere agli spettacoli della rassegna “Periferie”, affidando i propri figli (max 15 bambini dai 5 ai 13 anni) alle qualificate animatrici dello Junior TaTÀ, che li accompagneranno in uno spazio ludico, dalle ore 20 sino al termine dello spettacolo. Il costo dell’abbonamento è di 54 euro.

Invariato il prezzo del biglietto: 13 euro intero, 10 euro ridotto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche