Cultura

Il giudice De Cataldo e la “notte degli scrittori”

Un happening tra letteratura e teatro nato dall’incontro tra l’Archivolto e Giulio Einaudi editore


TARANTO – Un happening tra letteratura e teatro nato dall’incontro tra l’Archivolto e Giulio Einaudi editore. Cinque scrittori sul palco: Carlo Bonini, il tarantino Giancarlo De Cataldo, Diego De Silva, Francesco Piccolo e Wu Ming 1 sono per una volta anche interpreti della propria opera, tra brani inediti scritti per l’occasione, anticipazioni di nuove opere, reading e conversazioni con il pubblico.

“La notte degli scrittori” è andata in scena ieri sera al Teatro della Pergola di Firenze. Le letture sono state di Rosanna Naddeo, Giorgio Scaramuzzino, mentrre la conduzione di Danilo Di Termini. Anche a Firenze, dopo le tappe di Genova e Torino, una serata dedicata alla quarta edizione de La notte degli scrittori a pochi giorni dalla ricorrenza dell’ottantesimo compleanno della casa editrice Einaudi che con il “Teatro dell’Archivolto” ha ideato e realizzato il progetto, curato dal regista Giorgio Gallione, perfetta espressione del legame tra teatro e letteratura. Tra letture, conversazioni, fabulazioni e poesie, la pagina scritta si trasforma in voce, il libro diventa esperienza di racconto collettivo e si fa spettacolo.

Point Lenana di Wu Ming 1 (scritto con Roberto Santachiara) è un racconto di tanti racconti. Parla di esploratori e squadristi, di poeti e diplomatici, di guide alpine e guerriglieri, dell’Africa e delle Alpi Giulie. Attraversa i territori e la storia di quattro imperi. Parla di uomini che vagarono sui monti. Uomini che in pianura e in città indossavano elmi e armature, e solo in montagna si sentivano finalmente leggeri, finalmente se stessi. La montagna era tempo liberato, rubato al dover vivere, conquistato con unghie, denti e piccozza.

Ma grande è l’attesa per la lettura in anteprima di alcune pagine dell’ultima opera del collettivo al completo L’Armata dei Sonnambuli, in uscita ad aprile 2014 . Carlo Bonini (Roma 1967) ha lavorato per il Corriere della Sera e il Manifesto e attualmente è inviato de la Repubblica. I suoi libri più noti sono la biografia di Renato Vallanzasca Il fiore del male, da cui è stato tratto il film di Michele Placido, e Acab. All cops are bastard, trasposto sul grande schermo da Stefano Sollima. Con Giancarlo De Cataldo ha scritto Suburra (2013).

Giancarlo De Cataldo (Taranto 1956) vive a Roma, dove è Giudice di Corte d’Assise. Autore di numerosi noir, è conosciuto soprattutto per Romanzo Criminale (2002), da cui è stato tratto un film e una serie televisiva di successo. Tra i suoi libri più recenti Io sono il Libanese (2012), Cocaina, scritto insieme a Massimo Carlotto e Gianrico Carofiglio, e Suburra, scritto con Carlo Bonini.

Diego De Silva (Napoli 1964), Premio Selezione Campiello per Certi bambini nel 2001, autore di apprezzati noir come La donna di scorta e Voglio guardare, ha conquistato il pubblico con le vicende dell’avvocato Vincenzo Malinconico, protagonista di fortunati romanzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche