Cultura

“La cena del Signore”, la fedele ricostruzione a Talsano

Domenica sera appuntamento al Santuario diocesano Nostra Signora di Fatima


Questa sera, domenica 13 aprile, con inizio alle 19.50  presso il Santuario diocesano Nostra Signora di Fatima in Talsano, è in programma “La cena del Signore”, un evento a cura dei giovani del Santuario.

Ne dà notizia un comunicato diffuso dalla Diocesi di Taranto.

«Non è una recita – si legge nella nota -, né una sacra rappresentazione e neanche una lezione frontale. Il riferimento è a “La cena del Signore”, sentimenti, atmosfere, cornici e tradizioni che vanno in tour per la Puglia. Un tentativo di ricostruzione, attraverso gli affetti della fede, degli ultimi momenti della vita di Cristo nella sua comunità. Nell’ultima cena, con i gesti del pane e del vino che diventano suo Corpo e suo Sangue, Gesù dimostra che la Passione non è un incidente di percorso ma un evento desiderato, voluto, necessario per la salvezza degli uomini. L’Eucarestia diventa quindi il fuoco perenne che arde e mai si consuma. Si cerca di raccontare le eventuali simmetrie ed asimmetriedella Pasqua cristiana rispetto a quella ebraica. Non sappiamo con esattezza se la Pasqua del Signore si può collocare all’interno di quella ebraica ma come non pensare al significato simbolico dell’Agnello sacrificale nell’intera vicenda di Gesù? Come non pensare al ruolo dei bambini e delle donne nei suoi ultimi momenti ed in generale nella sua vicenda? Come non pensare all’amore ed alla tenerezza del Maestro verso i suoi amici?».

Nel progetto sono coinvolti circa 50 giovani, che si occupano anche delle musiche, tutte riprodotte dal vivo. Originali i costumi, frutto di ricerche e tessuti da volontari della parrocchia, mentre ricalca la tradizione la scenografia, che ritrae la famosa Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Un altro particolare di questa ricostruzione è il coinvolgimento del pubblico. Mentre si sta preparando la tavola che accoglierà Gesù ed i suoi, le donne passano tra la gente per mostrare i piatti e poi, a conclusione, alla gente vengono distribuite le azzime, in ricordo del passo biblico delle moltiplicazione dei pani e dei pesci.

La prima de “La cena del Signore”, si è tenuta a Montemesola nella Chiesa madre. La ‘compagnia’ stavolta giocherà in casa, perché la serata si svolgerà, a partire dalle 19.50, proprio nel santuario della Madonna di Fatima di Talsano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche