Cultura

Iniziano i Riti, con un occhio al sole dietro le nuvole

Alle 15 l'uscita della Prima Posta. In allegato con Taranto Buonasera uno speciale dedicato alla Settimana Santa


TARANTO – Più di duecento mozzette pronte, camici e cappucci stirati a puntino.

Gli sguardi dei confratelli sono rivolti al cielo. In segno di preghiera, ma anche per scrutare l¹andamento del meteo che sta caricando
questa edizione della Settimana Santa tarantina di una tensione particolare.

Oggi alle 15 l'uscita della prima posta: iniziano i Riti. La mattinata, che si è aperta con un forte temporale, è trascorsa tra mille interrogativi.  Con il sole che, a sprazzi, ha fatto capolino.

Tocca alla congrega del Carmine aprire i Riti, con il pellegrinaggio delle poste di perdoni ai Sepolcri della città vecchia e del centro. Il regolamento della confraternita, che l¹estrema variabilità del meteo impone di consultare, conferisce piena facoltà al priore, chiamato a decidere, sul momento, senza vincoli di tempo, il da farsi.

Un compito non semplice se si pensa che da una lato c¹è una tradizione, un rito appunto, da portare avanti, dall¹altro le valutazioni legate anche alla salvaguardia delle statue. Nonostante tutto, in mattinata il priore Antonello Papalia si mostra tranquillo: "Noi aspettiamo fiduciosi", dichiara quando mancano quattro ore all'uscita della prima posta dalla chiesa del Carmine. Non si esclude la
possibilità di far uscire le poste con ritardo. O di modificare "in corsa" i programmi.

Il percorso piuttosto ristretto della processione dei Misteri del Venerdì Santo – che il nazzicare dei perdoni fa durare fino al Sabato mattina – rende più semplice la previsione di eventuali ricoveri per le statue, tra chiese e portoni di palazzi antichi del Borgo. I siti meteo sono tra i più cliccati dai confratelli. Le previsioni non sono incoraggianti, data l'estrema variabilità del tempo, ma l'attaccamento ai Riti fa rinviare ogni valutazione al momento opportuno. Prima il pellegrinaggio ai Sepolcri, a mezzanotte l'Addolorata. Alle 17 del Venerdì Santo, l'uscita del troccolante sancisce l'inizio della processione dei Misteri. In caso di tempo proibitivo, se proprio la processione non dovesse uscire, il regolamento prevede la restituzione dei due terzi delle offerte ai confratelli (quest¹anno, su indicazione del vescovo, a 18 di loro è data la possibilità di "vestirsi" in forma gratuita). Non esiste l'eventualità di rinviare ad altra data la processione. Né ci sono vincoli temporali, fino all'ultimo si può decidere.

"Siamo nelle mani del Signore", la frase che più si addice alla situazione. All'una un tiepido sole fa sperare per il meglio. I confratelli si preparano al Rito. Il percorso a piedi nudi si preannuncia ancora più impervio, tra le pozzanghere e il freddo pungente fuori stagione.

Alle 14,30 di oggi nel salone di rappresentanza della confraternita del Carmine il saluto delle prime poste del pellegrinaggio alla Croce dei Misteri. Quindi l'indirizzo del padre spirituale e del priore.

Alle 15 dalla porta principale e dalla sacrestia l'uscita delle poste del pellegrinaggio. Alle 16,30 la Messa in Coena Domini, che rievoca l¹istituzione del sacramento dell'Eucarestia durante l'ultima cena con gli apostoli: 43 le poste di confratelli dirette in città vecchia, 32 quelle che faranno il giro delle chiese del Borgo. Diciannove poste si alterneranno invece nell'adorazione al Santo Sepolcro del Carmine. Venti coppie di perdoni parteciperanno all'incontro con la Madonna.

Per quanto riguarda i percorsi, i perdoni diretti in città vecchia visiteranno le chiese di San Cataldo, San Domenico e San Giuseppe; al Borgo invece le chiese di San Francesco, Santissimo Crocifisso e San Pasquale. 

In allegato con il quotidiano Taranto Buonasera chiedete una copia dello speciale dedicato alla Settimana Santa. Tutto quello che c'è da sapere sui Riti e le tradizioni tarantine.

Per richiedere una copia 099.4006175 oppure clienti@tarantobuonasera.it.

Per gli appassionati c'è anche un imperdibile Dvd: “Di padre in figlio – omaggio a Nicola Caputo”. Il dvd realizzato da Giovanni Guarino è distribuito, insieme al quotidiano Taranto Buonasera (in abbinata, al prezzo promozionale di 10 euro).

Per info e prenotazioni 099.4006175 oppure clienti@tarantobuonasera.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche