Cultura

Museo Diocesano, istantanee… paisielliane

Non solo musica d’eccellenza nel prestigioso evento culturale, ma anche “scatti” firmati da Carmine La Fratta che raccontano il Festival stesso


Dopo il successo dello scorso anno si rinnova, anche in questo 2014, “Istantanee w.i.p. paisielliane”, iniziativa curata dal fotografo Carmine La Fratta e che prevede, ad ogni appuntamento del Giovanni Paisiello Festival,  la realizzazione di scatti sia in scena che nel back stage delle opere in programma. Scatti che poi, di volta in volta, saranno esposti nelle splendide sale del MuDi (il Museo Diocesano in vico Seminario, 1 – Borgo antico) – location scelta per l’evento – e che alla fine del festival, il 18 settembre, andranno ad allestire un’originale e quanto mai unica mostra.

W.I.P. come work in progress: il noto fotografo, dunque, intende questa volta raccontare lo stesso festival in corso di svolgimento, facendo nascere, nel visitatore, la curiosità di sapere quale criterio abbia guidato la scelta artistica delle pose.

Attraverso le immagini immortalate dall’obiettivo di La Fratta, sarà quasi possibile udire la musica e le parole che hanno incantato gli spettatori durante la messa in scena degli spettacoli.

Non solo musica d’autore, dunque, nel prestigioso Festival che, lo ricordiamo, da sempre si configura come una delle manifestazione d’eccellenza della cultura pugliese dedicata al grande compositore tarantino del periodo tardo-barocco.

Premio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, l’evento è organizzato dagli Amici della Musica “Arcangelo Speranza” con il sostegno della Direzione dello spettacolo dal vivo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nonché della Regione Puglia, del Comune di Taranto e di Medimex.

Questi gli orari di apertura del Museo al pubblico: dalle 9 alle 12; dalle 17 alle 20. Info: 099:7303972.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche