Cultura

Al MarTa la copia della Persefone

La “replica” della Dea, realizzata al laser scanner, sarà visibile nei prossimi mesi


La Persefone torna a Taranto. E’ stata presentata ieri, nel corso di una conferenza stampa, la copia della Dea Persefone che troverà spazio all’interno del nuovo percorso espositivo del Marta.

La statua originale, rinvenuta a Taranto nel 1912 durante la realizzazione di scavi tra via Duca degli Abruzzi e via Mazzini, si trova all’Altes Museum di Berlino. La “replica”, realizzata con il laser scanner, è stata presentata ieri nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta all’interno del museo archeologico tarantino. La “Dea” sarà visibile in una sezione dedicata alle eccellenze della scultura tarantina di epoca arcaica e classica. Per poter ammirare l’opera bisognerà attendere Pasqua o, al massimo, l’inizio dell’estate. Alla copia della Persefone, infati, mancano rifiniture e colorazione che saranno affidate ad uno dei restauratori del laboratorio museale.

Alla presentazione dell’opera hanno partecipato la direttrice del Marta, Eva Degl’Innocenti, la direttrice del gruppo scientifico dell’allestimento, Antonietta Dell’Aglio; il soprintendente Luigi La Rocca; l’architetto Augusto Ressa, direttore dei lavori di ristrutturazione del Marta; il presidente dell’Autorità portuale, Sergio Prete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche