Cultura

​Riflettori sul teatro sociale di denuncia​

Presentato il Festival dedicato a “Italia de Gennaro”


Razzismo, violenza
su donne e minori, Shoah, bullismo,
religione, omosessualità, lavoro:
sono questi i temi che ruoteranno
intorno al Festival regionale d’arte
drammatica “Italia de Gennaro”,
organizzato dalla compagnia “Anna
De Bartolomeo” e dall’associazione
artistico-culturale “I delfini”.

Ieri la presentazione della prima
edizione dell’evento che vedrà salire
sul palco quattro compagnie provenienti da tre province.
Si inizia il 14 febbraio, alle 21, al
Teatro Turoldo (in via Laclos, 7)
con l’associazione culturale e teatrale “Grocà” (Castellana Grotte
– BA) che con “Grido silenzioso”
affronterà il tema del caporalato; il
28 febbraio sarà la volta del centro
di formazione arti dello spettacolo
“Cuori con le ali” (Conversano – Ba)
che in scena porta ”Tacchi a spillo”
e la tematica della violenza sulle
donne.
Il 14 marzo arriva la compagnia teatrale “Colpo di maschera” (Fasano
– BR) con “A Vigevano si spacca!”,
lavoro trae ispirazione dalle canzoni
di Rino gaetano che parlano di politica e società; infine, il 28 marzo
l’associazione culturale teatrale e
di volontariato “Teatro delle rane”
(Leverano – LE) propone “Piccoli
crimini coniugali”.

Tematica: violenza psicologica. La giuria è composta da: Anna De
Bartolomeo (presidente di giuria),
Renato Forte, Marina Lupo, Ascanio
Cimmino e Angelo Cardelicchio.
La serata di premiazione è fissata
per 4 aprile: fuori concorso sarà
rappresentato lo spettacolo dal titolo
“Woman will combact!”.
«Come sempre quando scompare un
grande ci si sente un po’ tutti orfani
– ha detto nel suo intervento Anna
De Bartolomeo ricordando Italia
de Gennaro” alla quale è intitolato
il Festival – tutti la ricordano e la
rimpiangono, ma in prima fila c’era
e c’è il laboratorio teatrale che la
regista aveva fondato nel 1995 con
il professor Pasquale Strippoli. L’associazione “I Delfini” di Taranto la
ricorda come amata regista, donna
di genio e docente insuperabile.
Con lei è andato via un grande
pezzo della storia del teatro, fatta
di semplicità, umanità e gioia di
vivere».
La direzione artistica del Festival è curata da Fabio Fornaro.
All’incontro con la stampa erano
presenti Anna De Bartolomeo,
Pasquale Strippoli, Ascanio Cimmino, i componenti della giuria ed
i rappresentanti delle compagnie
ammesse al concorso.


Costo del biglietto: euro 10,00 (intero);
euro 8,00 ridotto under 13 e over 70.
Info e prenotazioni ai seguenti
numeri telefonici: 327:8271078 –
349:5623070.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche