Cultura

​Passio Christi, presentata a Ginosa la 45^ edizione​

​Il sindaco Vito Parisi: «Una manifestazione identitaria che si impreziosisce di anno in anno e che è nel cuore dei ginosini»​


GINOSA – «Una manifestazione identitaria, che si impreziosisce di anno
in anno, che nel tempo è stata capace
di emozionare almeno tre generazioni
e che continuerà a farlo rinnovandosi
sempre più, proprio come in questa attesa nuova edizione».
Sono queste le parole del sindaco di
Ginosa, Vito Parisi, in occasione della
presentazione della 45^ edizione della
Passio Christi, rappresentazione della
vita di Gesù organizzata dalla locale
Pro Loco.

Teatro dell’evento, che si terrà nelle serate di sabato 13 e 20 aprile, il rione
Casale della gravina.
I dettagli della manifestazione sono
stati illustrati nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella mattinata di
giovedì 4 aprile presso la Sala Consiliare del Comune di Ginosa.
«La Passio Christi rappresenta l’evento
degli eventi per Ginosa – ha commentato il primo cittadino – ogni ginosino
ha almeno un ricordo legato a questa
rappresentazione. Essa, oltre a essere
parte intrinseca della nostra comunità, è anche identificativa della stessa.

Ringrazio la Pro Loco di Ginosa per
l’impegno costante dimostrato e, soprattutto, per l’importante azione di riunire un numero imponente di persone
per un unico grande obiettivo. Un plauso va anche agli uffici comunali, alla
Polizia Locale e a tutti gli organi preposti ai diversi aspetti legati al corretto
e sicuro svolgimento dell’evento. Non
mi resta che augurare buona Passio a
tutti».
«La Passio Christi è in grado ogni
anno di calamitare l’attenzione di centinaia di turisti nella nostra città – ha
dichiarato il Consigliere con delega al
Turismo e al Marketing Territoriale
Sergio Basta – in soli due appuntamenti, la rappresentazione porta il nome di
Ginosa sui media locali e nazionali.

Quest’anno, inoltre, gli organizzatori
punteranno anche sulla valorizzazione
di una parte del centro storico di Ginosa attraverso l’allestimento di una
autentica “urbs’’ dell’epoca, contraddistinta da baracche romane. Qui, sin
dal mattino, commercianti e artigiani locali vestiti a tema proporranno le
loro arti e/o prodotti enogastronomici. Questa iniziativa, insieme alla rappresentazione vera e propria, avrà una
ripercussione positiva sia sulle attività
commerciali del posto, che su quelle
ricettive».

«Quest’anno siamo partiti in anticipo con l’organizzazione della Passio
proprio per perfezionarne gli aspetti e
darle un ulteriore lustro – ha aggiunto
il presidente della Pro Loco di Ginosa,
Vincenzo Festa – l’entusiasmo dimostrato da parte dei protagonisti dell’evento e dei cittadini, è stato da stimolo per la nostra associazione. Ed è per
questo che quello della Passio Christi
è considerabile un progetto di comunità. L’idea di introdurre la “urbs’’ è
nata quasi spontaneamente, data la somiglianza del centro storico di Ginosa
ai luoghi in cui Gesù ha vissuto. L’intento – ha concluso il presidente della
Pro Loco ginosina, Vincenzo Festa – è
di far immergere ulteriormente i visitatori nell’atmosfera tipica dell’epoca per
regalare loro una esperienza memorabile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche