Le ultime pettole rimaste nella redazione di TarantoBuonasera
Le ultime pettole rimaste nella redazione di TarantoBuonasera

 

Si avvicina il periodo Natalizio e vi propongo questo dolcetto conosciuto in tutto Sud Italia.

Si tratta di un dolce fritto che qui a Taranto si prepara a Santa Cecilia in tutte le famiglie.

La leggenda narra che una notte da Taranto passavano alcuni pastori .Con il suono delle loro Zampogne e con le loro musiche natalizie avevano distratto le donne che a quell’ora erano già intente a preparare il pane. Alcune di loro scesero in strada deliziate dalle musiche pastorali.

Una di queste donne rientrata a casa si accorse che la pasta era lievitata troppo e non andava più bene per fare il pane.

Quindi prese una pentola ci versò un po di olio e cominciò a versare dentro alcuni pezzi di pasta e vide che diventavano frittelle, le passò poi nello Zucchero e furono un successo. Apprezzate dai suoi figli e non solo.

Al resto dell’impasto aggiunse delle acciughe e un pò di Olive e cosi ne venne fuori la versione salata. Vengono chiamate anche “i cuscini “di Gesù Bambino e così  il 22 Novembre inizia il periodo Natalizio.

Ingredienti per circa 30/40 pettole:

500 gr di Farina 0

Acqua tiepida circa 300 ml o q.b

1 cucchiaino di Sale

1 cucchiaino di Zucchero

1/4 di Lievito di Birra.

Olio per friggere o Olio extravergine.

Zucchero q.b. per la  finitura.

Procedimento

In una tazza metto il lievito sbriciolato e aggiungo un po’ di acqua calda e lo zucchero. Lasciare agire per qualche minuto.

In una ciotola capiente mettere la Farina e il sale. Aggiungete il lievito sciolto e l acqua un po’ alla volta. All’ inizio impastate con una forchetta .

Poi aiutandovi con una mano “sbattete ”

L ‘impasto con movimenti dal basso verso l’alto. Quando diventerà  liscio e senza grumi vorrà dire che è pronto

Lasciate a lievitare per un po’ di ore.

Più tempo riposa più le pettole saranno soffici.

Trascorso il tempo necessario,preparate una pentola con i bordi alti. Mettete olio abbondante e aiutandosi con forchetta e cucchiaio prendere un pò di pasta e tuffarla nell’olio caldo. Far cuocere qualche minuto. Scolate su carta assorbente e passarle nello Zucchero

Si possono arricchire anche con l ‘uvetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche