Cultura

Evento su prenotazione: i marmi del cappellone di san Cataldo illuminati solo dalla luce delle candele

L’evento dura 50 minuti, inizio del primo turno Alle 17.00


Per celebrare la domenica della Parola di Dio indetta da papa Francesco, i giovani dell’Isola vi invitano a fare un’esperienza unica.
A partire dalle 17.00, in gruppi, si potrà accedere all’antico coro ligneo nell’abside della basilica per l’introduzione all’ascolto curata da Mons. Emanuele Ferro. 
Si accederà nel cappellone per l’ascolto di brani della Scrittura aiutati dalle elevazioni musicali al violino curate dal maestro Francesco Greco e all’organo settecentesco del maestro Daniele Dettoli. 
Fino all’avvento dell’illuminazione elettrica, il capitolo metropolitano, in occasione delle feste maggiori della cattedrale, commissionava a professionisti napoletani il compito di lustrare le preziose tarsie dei marmi di uno dei luoghi più insigni del barocco meridionale, il nostro cappellone di san Cataldo. 
Lustrare le preziose superfici serviva perché, allo sfarfallio delle candele la madreperla, i lapislazzuli e i preziosissimi marmi potessero restituire la loro preziosità per far risplendere un segno della gloria dovuta al Signore. 
Il cappellone sarà illuminato dalle sole luci delle candele.

La Sacra Scrittura è indicata come luce e lampada ai nostri passi, quale occasione migliore della domenica della parola di Dio per “accendere una luce” in noi? È l’occasione per far vibrare in mezzo a tanta bellezza la Parola eterna, che continua a prendere voce nei secoli e negli uomini.

È necessario prenotarsi alla mail info@cattedraletaranto.com
o al n 3463083297
I gruppi saranno formati da massimo 50 persone e saranno composti in base all’ordine di prenotazione.
Il primo gruppo inizia alle 17.00. 
Come sempre sarà lasciato ai partecipanti una piccolo ricordo. 
È previsto un contributo volontario a sostegno dei progetti dell’Oratorio dell’Isola

1 Commento
  1. Cesare De Simone 2 mesi ago
    Reply

    Volevo prenotare sia per me che per mia moglie, alle 17 grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche