Cultura

Franco Arminio a Taranto


Franco Arminio, poeta, scrittore, paesologo, sarà ospite dell’associazione Terra delle Gravine e di Taranto Sotterranea sabato prossimo 15 febbraio alle 18.30 nell’area archeologica di via Marche a Taranto.

Con i suoi testi Arminio ha proposto un modo nuovo di guardare i paesi come metafora di un universo interiore antico e modernissimo, narrando storie con immagini fulminanti che dai luoghi entrano nell’anima.

Nel corso dell’incontro Antonio Greco, Presidente dell’associazione e autore del libro LA TERRA DEL GRAND TOUR, Nicola De Luca, Veterano del Grand Tour della Terra delle Gravine, e Franco Zerruso, responsabile di Taranto Sotterranea, discuteranno con Arminio di paesologia: esperienze di cammino e conoscenza di luoghi e persone.

L’associazione culturale Terra delle Gravine condivide infatti con Arminio la passione per i luoghi scrigno di memoria, i paesaggi umani, i paesi interni, dove vivere e sperimentare un viaggio in profondità nel territorio e nelle nostre anime.

Sarà un’occasione per incontrarsi e parlarsi.

Di seguito una breve nota biografica:

Arminio è nato e vive a Bisaccia, in provincia di Avellino. Collabora con il Corriere della sera, Il manifesto, e Il Fatto Quotidiano ed è animatore del blog “Comunità Provvisorie”.

Roberto Saviano ha definito Franco Arminio “uno dei poeti più importanti di questo paese”.

Con Terracarne, edito da Mondadori, ha vinto il premio Carlo Levi e il premio Volponi.

È il direttore artistico del Festival della Paesologia “La Luna e i Calanchi” di Aliano.Nel 2018 gli è stato assegnato il Bronzo dorato all’Arte poetica al Festival Animavì – Cinema d’animazione e arte poetica. Ha ricevuto anche il Premio Brancati per Cedi la strada agli alberi del 2017.

Opere principali:

  • Viaggio nel cratere, Milano, Sironi (collana Indicativo presente), 2003
  • Vento forte tra Lacedonia e Candela. Esercizi di paesologia, Bari-Roma, Laterza, 2008
  • Nevica e ho le prove. Cronache dal paese della cicuta, Bari-Roma, Laterza, 2009
  • Cartoline dai morti, Roma, Nottetempo (collana Gransassi), 2010
  • Terracarne, Mondadori, collana Strade Blu, 2011
  • Geografia commossa dell’Italia interna, Bruno Mondadori, 2013
  • Nuove cartoline dai morti, Pellegrini Editore, 2016
  • Cedi la strada agli alberi. Poesie d’amore e di terra, Chiarelettere, 2017
  • Resteranno i canti, Bompiani, 2018
  • L’infinito senza farci caso, Bompiani, 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche