25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 16:22:59

Politica

Forza Italia: è fumata nera

A vuoto il vertice romano, Vitali chiama Schittulli alla coerenza, ma l’oncologo si sfila e tiene il “patto” con Fitto. E adesso rottura finale e “piano B” di Fi


BARI – Fumata nera, ieri, a Roma, ultime ore di attesa e domani, a meno di clamorose novità, lo “strappo” finale tra Forza Italia e l’ex ministro Raffaele Fitto, che ha francobollato l’oncologo Francesco Schittulli: sarà lui il candidato presidente dell’area-Fitto alle prossime Regionali, mentre Forza Italia, Fratelli d’Italia e Nuovo Centro Destra a questo punto faranno scattare il Piano B, indicando un nuovo candidato presidente. Il tutto, come detto, a meno di ultimissime e improbabili schiarite romane.

Roma non ha accettato il “diktat” di Schittulli, o meglio, le condizioni da lui poste dovevano e vanno gestite dal partito. E’ quanto si evince da un comunicato diramato oggi dal coordinatore regionale del partito, l’onorevole Luigi Vitali. Ecco il testo.

“Con la nota diramata ieri dal professor Francesco Schittulli possiamo finalmente dichiarare conclusa la telenovela sulla sua candidatura alla presidenza della Regione Puglia per il centrodestra e dare finalmente inizio alla nostra campagna elettorale. Schittulli, come speravo, ha precisato che sarà il candidato di tutti i partiti e i movimenti disposti a sostenerlo. E Forza Italia, così come ho sempre detto senza tentennamenti o ambiguità, lo sostiene e lo sosterrà fino alla vittoria finale. Nella stessa nota il professor Schittulli auspica che le liste della coalizione siano competitive. Faccio mio questo suo augurio, confermandogli che per quel che ci riguarda le liste di Forza Italia sono e saranno più che competitive, grazie alla disponibilità già raccolta di candidati di grande spessore e appeal, convinti sostenitori del progetto messo in campo dal centrodestra per la nostra Regione”.

Che schittulli abbia stretto un patto di ferro con Fitto lo si evince dalla replica dello stesso Schittulli, sempre oggi, al coordinatore regionale degli azzurri.

“L'onorevole Luigi Vitali – scrive l’oncologo – non ha ben compreso il significato del mio comunicato (inviato nella serata di ieri, primo aprile) che riallego e rimando”.
“Primo: liste forti composte dai candidati più competitivi e senza esclusione alcuna. Secondo: una lista aggiuntiva che faccia riferimento all'europarlamen-tare di Forza Italia con nuovi candidati, scelti anche nella società civile, sono le condizioni poste da Schittulli.

Con una scadenza: se entro venerdì le sue richieste non saranno accolte, si legge nella nota, il candidato alla presidenza della Regione per la coalizione del centrodestra proseguirà il suo impegno nell'interesse dei pugliesi e della Puglia, con i partiti e i movimenti che avranno dato il proprio consenso. Non sono più disponibile – conclude Schittulli – a ulteriori perdite di tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche