14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 23:07:08

Politica

Vergine, maxi sequestro da 6 milioni di euro

In azione i carabinieri del Noe


Un sequestro preventivo di conti, beni mobili e immobili per oltre 6 milioni di euro è stato eseguito dai carabinieri del Noe di Lecce nei confronti della società “Alfa srl”, con sede a Calenzano, in provincia di Firenze, denominata “Vergine srl”, e affidataria della gestione della discarica per rifiuti speciali non pericolosi situata in località 'Palombara, nell’isola amministrativa di Taranto.

Il provvedimento, richiesto dal pm della Dda di Lecce, Alessio Coccioli, e dal pm del Tribunale di Taranto, Lanfranco Marazia, è stato emesso nell’ambito delle indagini che avevano già portato al sequestro del sito il 10 febbraio del 2014 a causa di emissioni ritenute nocive. Il decreto è stato emesso a carico dell’ultimo legale rappresentante della “Vergine srl” che gestiva l’impianto, del direttore tecnico e dell’amministratore della società 'Alfa srl.

Sono ritenuti responsabili di aver provocato l’emissione di sostanze odorigene, quali il solfuro di idrogeno e biogas, derivanti dai processi di gestione e post-gestione delle vasche di raccolta e di trattamento dei rifiuti, atte a cagionare , secondo l’accusa, molestia olfattiva e disturbi di vario genere alle persone ed in particolare alla popolazione residente nel vicino centro abitato di Lizzano, situato a 3,5 chilometri dall’impianto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche