21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Politica

«I droni a Grottaglie? Così entriamo nel futuro»

Il Partito democratico sugli scenari di sviluppo a Taranto e nella città delle ceramiche


I droni un freno allo sviluppo? No. Al contrario la piattaforma “Airport test bed” ha tutte le caratteristiche per rappresentare una nuova leva per l’economia grottagliese e di tutto il territorio tarantino.

Ne è certo il Pd di Grottaglie, che considera il convegno di due giorni fa con il ministro Graziano Delrio «destinato ad entrare nella storia politica, economica, sociale e culturale della Città di Grottaglie».

«L’evento – commenta il Partito Democratico – ha sancito di fatto la consacrazione dell’area aeroportuale a centro europeo ed internazionale di ricerca, sviluppo e sperimentazione di un nuovo e rivoluzionario concetto dell’aerospazio e della stessa aeronautica fondato sul pilotaggio remoto e quindi senza la necessaria presenza dell’uomo all’interno dei velivoli, così come già si sta facendo con i vettori su strada. Tutto ciò per dire che il futuro del mondo è e sarà sempre più caratterizzato dall’automazione. In questo scenario Grottaglie è destinata ad occupare un ruolo da assoluto protagonista, nonché punto di riferimento internazionale per la presenza di numerose imprese ad altissimo livello tecnologico».

Non a caso accanto ad «Alenia Aeronautica ed a Boeing e alle già numerose aziende che operano nell’indotto, presto saranno operative altre e prestigiose imprese come Agusta, IDS, Selex ed altre».

«E’ evidente – spiega il Pd – come le prospettive di sviluppo dell’economia dell’intera area jonica saranno destinate presto a conoscere nuovi scenari, di fronte ai quali non dobbiamo farci trovare impreparati o peggio ancora, respingere aprioristicamente l’idea stessa di futuro per rifugiarsi nel comodo terreno della conservazione e della tradizione». E anche sulla possibilità di utilizzare l’Arlotta a scopi civili, il Pd chiarisce ciò che è stato ampiamente rassicurato dallo stesso ministro Delrio: lo spazio ai droni «non preclude affatto all’utilizzo dell’aeroporto per i voli civili data la natura multifunzionale dell’hub di Grottaglie. Lo sviluppo che investirà l’area aeroportuale, quindi, sarà foriero di una importante e necessaria diversificazione produttiva che può aiutare anche l’espansione e l’innovazione di altri importanti segmenti produttivi del nostro territorio, come l’agricoltura, il turismo ed i servizi. Avere paura del nuovo significa essere condannati alla marginalità e al sottosviluppo del Sud che a parole tutti dicono di combattere, ma che non trova riscontro nella realtà dei fatti». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche