25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 16:22:59

Politica

Provincia, tutti divisi. Ecco i nomi dei candidati nelle quattro liste

La presentazione delle candidature per le consultazioni dell’8 gennaio


Alla fine si spaccano sia il centrosinistra che il centrodestra.

Niente da fare. Le elezioni che il prossimo 8 gennaio rinnoveranno il Consiglio provinciale potevano essere l’occasione buona per trovare accordi e stringere alleanze (con un occhio alle comunali), invece nulla. In totale saranno quattro le liste che si contenderanno i dodici scranni del Consiglio provinciale. Due per il centrosinistra e due per il centrodestra. In totale saranno 41 i candidati al Consiglio provinciale.

Nessun accordo tra il Partito democratico ed i partiti della sinistra “alternativa”. Così come, alla fine, non c’è stata convergenza tra la linea di Forza Italia e quella di Conservatori e Riformisti, il partito fondato da Raffaele Fitto e rappresentato, in riva allo Jonio, dall’on. Gianfranco Chiarelli. Le uniche “prove di alleanza” sono avvenute all’interno della lista “Alla Provincia con un progetto comune” (nome che sembra guardare alle prossime elezioni comunali) dove risultano candidati 5 esponenti di Forza Italia, 3 di Area Popolare ed uno dell’Udc.

Una lista di centrodestra che, però, vede al suo interno ben quattro consiglieri che fanno parte della maggioranza “stefaniana” al Consiglio comunale di Taranto che resta quello più “rappresentato” con undici consiglieri candidati. Ovvia conseguenza del ”voto ponderato”. Va specificato, infatti, che l’8 gennaio non sarano chiamati al voto gli elettori della provincia di Taranto ma i sindaci ed i consiglieri comunali dei 27 Comuni dell’arco jonico (Martina Franca e Palagiano sono stati commissariati). Sindaci e consiglieri, quindi, esprimeranno un voto che verrà “ponderato” sulla base di un indice che rappresenta, sostanzialmente, il “peso del voto” di ciascun elettore che sarà determinato in relazione alla popolazione complessiva del Comune di appartenenza.

Ecco tutti i candidati.

Alla Provincia con un progetto comune: Dario Macripò (Lizzano); Michele Franzoso (Torricella); Nino Castiglia (Massafra); Adriano Tribbia (Taranto); Raffaele Gentile (Massafra); Salvatore Brisci (Taranto); Filippo Illiano (Taranto); Rosa Perelli (Taranto); Giuseppina Castellaneta (Taranto).

Conservatori e Riformisti: Cosimo Abatematteo (Monteparano); Lino Andrisano (Fragagnano); Angela Calviello (Faggiano); Tony Cannone (Taranto); Antonio Piero Fasciano (Monteiasi); Gabriella Lanza (Pulsano); Antonietta Miccoli (Crispiano); Roberto Puglia (Manduria); Walter Rochira (Castellaneta); Cosimo Damiano Rodia (Monteparano); Italo Sgobio (Montemesola); Antonio Viesti (Massafra).

Partito democratico: Francesco Andrioli (Statte); Gianni Azzaro (Taranto); Piero Bitetti (Taranto); Emanuele Di Todaro (Taranto); Maria Grazia Cascarano (Manduria); Lacaita (Torricella); Luciano De Gregorio (Statte); Mina De Santis (Carosino); Franco Donatelli (Grottaglie); Stano (Laterza); Anna Salamida (Pulsano); Antonio Esperti (Faggiano).

Alternativa Jonica: Graziana Castellano (Massafra); Paolo Ciocia (Taranto); Stefano Fabbiano (San Giorgio J.); Francesco Leo (San Marzano); Cristina Leone (Carosino); Gabriella Miglietta (Grottaglie); Ciro Petrarulo (Grottaglie); Alfredo Spalluto (Taranto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche