16 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Aprile 2021 alle 18:03:30

Politica

La Scelta incorona Floriana de Gennaro

Affollato il cinema Ariston per la convention del movimento civico


Diverse centianaia di persone hanno affollato domenica il cinema Ariston per la convention del movimento civico “La Scelta #pertaranto”, organizzata dall’agenzia di comunicazione Promostudi.

Pochi i “volti noti” della politica in platea, mentre molti erano i cittadini finora lontani dalal vita politica e amministrativa, ai quali il nuovo movimento si pone l’obiettivo di dare la possibilità di impegnarsi in prima persona per la costruzione di una nuova Taranto. Con una colonna sonora innovativa, da Ligabue a Vivaldi, è stato un evento caratterizzato dalla partecipazione diretta delle persone presenti in sala che, a più riprese, sono state chiamate da Riccardo Stillavato, il presentatore della convention, a diventare protagonisti alzando in alto i cartelli de “La Scelta” o i cellulari accesi nel buio, immagini suggestive più da concerto rock che da tradizionale manifestazione politica.

La convention è stata aperta del coordinatore politico de “La Scelta #pertaranto”, Pierfrancesco Gaetani d’Aragona, che poi ha chiamato sul palco un emozionatissimo Marco Talamo, un giovane imprenditore iscritto al movimento, per dare una propria testimonianza; in seguito è stato proiettato un breve video, realizzato dagli stessi giovani del movimento, che prima ha mostrato impietosamente il degrado in cui versa oggi la città, con immagini di abusivismo, vandalismo, inquinamento e incuria, per poi passare a la “#Tarantochevogliamo”, uno degli hashtag del movimento, una città capitale del turismo e della cultura. Poi il “colpo di scena” atteso da tutti: una luce ha cercato tra il pubblico la presidente Floriana de Gennaro, chiamata sul palco per illustrare i punti programmatici de “La Scelta #pertaranto”.

Floriana de Gennaro è una imprenditrice che, insieme al marito, gestisce un gruppo imprenditoriale attivo nella ristorazione, il brand più noto ai tarantini è il “Caffè italiano”, una azienda che dà occupazione stabile a settantacinque famiglie. Sul palco, dopo il selfie di rito con il pubblico alle spalle, Floriana de Gennaro ha illustrato la Taranto che vorrebbe realizzare il movimento “La Scelta #pertaranto”: è una città più green, con tanti spazi verdi, una Taranto capace finalmente di dialogare senza subalternità con la grande industria, sedendosi da protagonista ai tavoli dove si decide il futuro del territorio, un futuro in cui avranno centralità assoluta turismo e cultura. Una Taranto “smart city” in cui, grazie a un uso più esteso dell’informatizzazione, si abbatteranno le barriere tra l’amministrazione comunale e i cittadini.

La frecciata a Ippazio Stefano: no l’uomo solo al comando, ma una squadra di persone preparate che, con autonomia decisionale, si occuperanno di settori in cui hanno competenze specifiche, non più scelte per le loro “appartenenze”, un tema che ha scatenato l’entusiasmo del pubblico, una platea da cui si è sentito anche qualcuno urlare “Floriana Sindaco!”. Anche se la stessa Floriana de Gennaro ha smentito una sua candidatura – «stiamo dialogando da tempo sul territorio con altri movimenti civici, senza alcuna pregiudiziale, se non la discontinuità dalla amministrazione attuale, per condividere idee e programmi, ma al momento non c’è nessuna nostra candidatura a primo cittadino, e se questo dovesse accadere sarà deciso dalla base del movimento» – è sembrato evidente a tutti che se “La Scelta #pertaranto” dovesse correre da sola alle prossime elezioni amministrative il candidato Sindaco sarà proprio Floriana de Gennaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche