04 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 17:42:00

Politica

Elezioni, è guerra anche sui sondaggi

Scontro sui dati diffusi. Gli interventi dei candidati sindaco


Occhio ai sondaggi “farlocchi”.

«Secondo alcuni sondaggi sono al
16% e già al ballottaggio. Per altri
sono sopra l’8%».
«I sondaggi vanno usati con grande
cautela, possono essere molto insidiosi.
Tutti, però, concordano su
un dato: la sorpresa delle prossime
elezioni comunali si chiama Luigi
Romandini. Mi fa piacere, ma non è su
questo che si concentra l’attenzione
mia e delle tre liste che sostengono
la mia candidatura».

Così Luigi Romandini in riferimento
alla diffusione di alcuni sondaggi in
vista della consultazioni che il prossimo
11 giugno eleggeranno il nuovo
sindaco ed il Consiglio comunale.
«Guardo con preoccupazione a quel
40% di elettori che non andrà a votare
o non ha ancora deciso ed è a loro
che rivolgo il mio appello. Al voto
mancano poco più di due settimane.
L’11 giugno i tarantini decideranno
chi sarà il nuovo sindaco e chi siederà
in Consiglio comunale. E’ una scelta
importante per una città che deve
decidere quale strada intraprendere.
Veniamo dal dissesto e usciamo da un
decennio disastroso, ma Taranto ha
tutte le potenzialità per avviare una
nuova fase di benessere economico e
sociale.

Occorre fare la scelta giusta.
Sicuramente il malgoverno di questi
anni, la cattiva politica, i partiti
ridotti a comitati di affari, la casta
che pensa solo a tutelare se stessa,
hanno allontanato i cittadini dalle
urne. C’è tanta sfiducia e l’indecoroso
balletto cui abbiamo assistito
con la formazione delle liste, non
agevola la partecipazione. I partiti
della maggioranza uscente hanno
imbarcato pezzi dell’opposizione
e l’opposizione ha raccattato pezzi
dell’ex maggioranza. Dall’una e
dall’altra parte è evidente il tentativo
di mantenere o conquistare il potere
senza alcuna considerazione per il
cittadino.

Non va meglio nelle altre
formazioni: abbiamo visto nemici
giurati, stringere alleanze elettorali
che non porteranno da nessuna parte
e si disintegreranno il 12 giugno.
In queste acque torbide – conclude
Romandini – l’unica proposta chiara,
coerente, autentica, è la nostra».
Sabato 27 maggio alle 18, Gina Lupo,
candidata al Consiglio comunale nella
lista Bene Comune per Piero Bitetti
sindaco, terrà nel suo comitato di
Via Berardi 44, un incontro dal tema
”Aiuto, mamma e papà si stanno
separando”.

Ad intervenire insieme
alla Lupo, mediatrice e avvocato
famigliarista, sarà la psicologa e psicoteraupeta
Scilla Battiato. Saranno
affrontati diversi temi attinenti gli
aspetti giuridici e normativi nel
contesto italiano in merito a separazione,
divorzio e affidamento.
Mamma e papà si stanno separando
è un format ideato da Gina Lupo,
esperta in tematiche famigliari anche
per il suo trascorso quale Tutor
minorile, oltre che avvocato esperta
in tematiche di coppia e tutela dei
minori, rappresenta un’opportunità
di confronto per spiegare ai figli il
momento della separazione dei genitori
e prevenirne le conseguenze
negative.

«Saranno forniti consigli
pratici per comunicare la notizia ai
propri figli, per prevenire, riconoscere
e comprendere i sentimenti
che provano, gestire il malessere e
il disagio, cosa significa il concetto
di famiglia allargata, l’ottimizzazione
del tempo da trascorre con i propri
figli, la gestione degli spazi comuni
e soprattutto quali possono essere
i fattori protettivi che consentono
ai bambini, ai ragazzi di diventare
adulti equilibrati. La dott.sa Battiato,
tratterà il tema della separazione
come condizione psicologica che
coinvolge tutta la famiglia e il comportamento
indotto che ne deriva nei
figli, il senso di impotenza di fronte
a una prova difficile che tocca le
corde più profonde e delicate, alimentando
contraddizioni, sentimenti
indecifrabili e spesso una grande
incertezza per il futuro».
Intanto, proseguono gli incontri nei
quartieri, per il candidato sindaco
Vincenzo Fornaro.

Venerdì, dalle
18.30, sarà in piazza Sicilia per partecipare
al dibattito pubblico promosso
dalla lista a suo sostegno ‘Partecipazione
è Cambiamento’, coordinata da
Anna Rita Lemma, che Fornaro ha
già indicato come vicesindaco in caso
di vittoria delle amministrative. Il
tema dell’approfondimento pubblico
sarà ‘La Città Rifiuti Zero: raccolta
differenziata, riciclo e riuso”. «Uno
degli obiettivi del nostro programma
amministrativo – spiega Fornaro – è
trasformare Taranto da città ad alto
rischio ambientale a città a rifiuti
zero.

Raccolta differenziata, lotta al
degrado urbano, chiusura delle fonti
inquinanti e consumo responsabile,
sono temi prioritari per noi».
Sabato alle 11, nella terrazza del
Nautilus (viale Virgilio) sarà presentata
la lista dei 32 candidati al Consiglio
comunale di Direzione Taranto
alla presenza del leader nazionale di
Direzione Italia, on. Raffaele Fitto,
del coordinatore provinciale on.
Gianfranco Chiarelli, del consigliere
regionale Renato Perrini, e del candidato
sindaco Stefania Baldassari.

L’on.le Fitto successivamente sarà
presente anche nel corso di altre
manifestazioni elettorali nei comuni
della provincia chiamati al voto: ore
15.30 Mottola – Bar Olimpo (ingresso
Mottola); ore 17 Castellaneta – Comitato
elettorale in via Roma (vicino
al Comune); ore 19.30 Sava – Piazza
San Giovanni.
«Capisco l’ansia dettata dalla consapevolezza
di aver sprecato dieci
anni di tempo, ma organizzare, a due
settimane dal voto, una conferenza
stampa per prendere in giro per
l’ennesima volta la Taranto sportiva
è davvero troppo». Mimmo Lardiello,
candidato al Consiglio comunale
nella lista “Forza Taranto” per Baldassari,
commenta le dichiarazioni
dell’assessore Francesco Cosa sul
progetto relativo al campo B dello
Iacovone.

«L’assessore comunale allo
Sport ha perfino consegnato al social
frasi che non lascerebbero dubbi sulla
questione: per Cosa la promessa
è stata mantenuta e l’obiettivo raggiunto.
A sentir parlare l’assessore
tutto sarebbe pronto per affidamento
dei lavori per la realizzazione del
campo B dello Iacovone e dunque
per la gara. In realtà per completare
davvero l’iter burocratico delle approvazioni
saranno necessari mesi e
quindi, nella migliore delle ipotesi,
non si potrà procedere prima della
fine del 2017. Mancano infatti alcune
autorizzazioni come quella dei Vigili
del Fuoco, la pratica al Genio civile,
manca l’approvazione da parte degli
organi della Lega che si esprimono
sui campi sportivi di questo tipo,
su erba sintetica. Il progetto deve
superare quindi ancora molti step per
essere considerato ormai cosa fatta.
Far passare il messaggio che l’iter è
completato significa semplicemente
affermare una cosa falsa».

Proseguono le iniziative del candidato
sindaco Franco Sebastio che
oggi, venerdì, alle 18.30, presso lo Zacapa
Cafè di via Pisa, 4, parteciperà all’iniziativa
“Coltiviamo la Legalità”. «A
Taranto l’emergenza legalità non si
può ignorare così come testimoniano
i fatti di cronaca e i processi degli
ultimi anni. Proprio questi eventi
hanno messo in luce la diffusione, o
il ritorno in alcuni casi, delle organizzazioni
malavitose in città».

Nel corso dell’incontro, i candidati
consiglieri della lista Taranto in
Comune, Stefania Castellana e Salvatore
Romeo, esporranno il loro
punto di vista e le loro proposte. Il
dibattito sarà arricchito da contributo
di Giorgio Mottola, giornalista
di Rai 3, autore di diverse inchieste
sulle mafie per Report, Fox Italia e
Bbc, e di Anna Maria Bonifazi, già
coordinatrice dell’associazione antimafia
“Libera: associazioni, nomi e
numeri contro le mafie” a Taranto.
«Realizzare una struttura consortile
insieme ad altri comuni per
accogliere cani e gatti randagi. Un
canile-gattile che sia la casa degli
animali con spazi in cui le povere
bestiole possano essere accudite
dignitosamente e dove la gente si
possa recare per visitarli e magari
possa affezionarsi e adottare qualche
trovatello per dargli una casa e una
famigli».

La proposta è scaturita dall’incontro
tenuto ieri sera dal candidato sindaco
Massimo Brandimarte con le associazioni
impegnate nella tutela degli
animali. «Un tema molto sentito che
ha fatto registrare la partecipazione
delle associazioni impegnate quotidianamente
nella lotta al randagismo
ma anche di tanti cittadini che hanno
a cuore le sorti degli amici a quattro
zampe e hanno voluto fornire il loro
contributo in termini di proposte. Nel
corso del confronto, è emersa l’esigenza
di realizzare una struttura in
cui cani e gatti possano essere accolti
dignitosamente, possano convivere
ed essere avvicinati da famiglie e
bambini per incentivare l’affezione e
l’adozione.

Si tratta di un tema – ha
spiegato Brandimarte – che affronto
senza finalità elettoralistiche perché
fa parte della sensibilità mia come
di tanti concittadini. Perché ritengo
che tutto è vita e tutto è Creato e
ogni creatura ha diritto ad essere
accolta e accudita con dignità. Anche
questa è umanità».
“Legalità per Taranto”. Rosa Barone
Portavoce regionale M5S incontrerà
Francesco Nevoli, candidato sindaco
per il M5S Taranto e la cittadinanza
«per dibattere su un tema di importanza
cruciale per la nostra città: la
legalità. Le segnalazioni della Direzione
distrettuale antimafia sull’infiltrazione
negli appalti pubblici,
le segnalazioni delle commissioni
parlamentari che avvisano che i lunghi
tentacoli della ‘Ndrangheta sono
giunti anche a Taranto, il business
delle Eco-Mafie con il traffico dei
rifiuti e tanto altro ancora».

L’appuntamento
è per oggi, venerdì, alle ore 18
presso la sede del comitato elettorale
del M5S Taranto in via Dante 100/A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche