21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 16:13:38

Politica

Baldassari: Delusa dall’ex procuratore

E, intanto, punta sulla riqualificazione dei mercati


«Rinuncio ad un mito ma
non rinuncio a liberare la mia città».

Così Stefania Baldassari, candidata
sindaco della coalizione “Insieme per
Taranto” in riferimento al sostegno
di Franco Sebastio alla candidatura a
sindaco di Rinaldo Melucci.
«I decreti salva Ilva ogni volta ad
esautorare la magistratura e gli enti
locali sulla questione epidemiologica
e ambientale tarantina. Un pensionamento
anticipato che come diceva
qualche mese fa lo stesso Sebastio
“autoritariamente” arriva dall’alto e lo
metteva fuori da quel processo nato
dalle indagini condotte dal pool dell’ex
procuratore, con cinque anni di anticipo.

Il processo Ambiente Svenduto con
alla sbarra gli inquinatori e la politica
assieme. Esponenti del Pd e dell’ex
Giunta Stefàno, che ora diventano
alleati passando sotto la porta Santa
dell’indulgenza di Michele Emiliano
– afferma Baldassari. Se avessimo
provato anche solo ad immaginarlo
qualche settimana fa avremmo detto
“impossibile”. Perché le marce, le denunce,
le inchieste, gli arresti ci hanno
segnato per sempre nella coscienza e
nulla, immaginavamo, sarebbe stato
più come prima. E invece no! Qual è
stato il cortocircuito che ha azzerato
anni di lacrime e sangue di questa
terra, di sit-in davanti a quel Tribunale
dove ci attendiamo ancora che venga
fatta giustizia? Cosa unisce un uomo
come Sebastio che da donna dello Stato
e delle Istituzioni vedevo come faro
nella nebbia di questi interminabili
e dolorosi anni della mia città? Cosa
spinge così fortemente ad andare tutti,
senza distinzioni, senza precauzioni,
senza memoria e senza dignità contro
di me e la mia coalizione? Abbiamo
toccato il nervo scoperto dei poteri
forti? Siamo pericolosi? Siamo troppo
liberi?

Io oggi rinuncio all’immagine di
un uomo che era un mio mito ma non
rinuncio a liberare la mia città. Sola
contro tutti non ho paura. Resto fedele
a me stessa e so che a prescindere dal
risultato la vittoria è già mia».
Tra i punti cardine del programma di
Stefania Baldassari c’è la riqualificazione
dei mercati che definisce «centri
pulsanti del commercio cittadino che
da una decina d’anni a questa parte
vengono colpevolmente trascurati ed
abbandonati ad un’incuria non più tollerabile.
La città, nonostante le tante
criticità da cui è afflitta, è profondamente
cambiata e sente l’esigenza di
un rinnovamento radicale soprattutto
nel settore mercatale che deve tornare
ad essere una delle realtà più convincenti
e trainanti del tessuto urbano.

L’obiettivo è questo, ma da fare c’è davvero
tanto. Il confronto avvenuto con
esponenti di associazioni di categoria
ha consentito di prendere contezza di
una serie di problemi che devono essere
assolutamente risolti. A partire dalla
regolamentazione degli spazi per poi
arrivare agli orari di fruizione, la rete
dei mercati rionali coperti, scoperti,
settimanali, mensili ha bisogno di una
profonda rivisitazione. Sarà necessario
intervenire subito per bloccare il processo
di degrado sempre più evidente
a fronte dell’insufficiente manutenzione
“garantita” dall’Amministrazione
uscente e procedere ad un risanamento
e ad una modernizzazione che non
possono essere ulteriormente procrastinati.

Le proposte per rivitalizzare il
settore ed adeguarlo alle esigenze di
una città che vuole finalmente rinascere
sono diverse – afferma Baldassari.
Sulla scorta di quanto avviene già in
altre realtà cittadine del Settentrione,
si potrebbe trasformare la tassa per
l’occupazione di spazi ed aree pubbliche
in un canone concessorio in modo
da utilizzare le risorse conseguenti
nelle opere di modernizzazione delle
aree mercatali».

Intanto oggi in piazza Sicilia alle ore
18 la lista civica Progetto in Comune ed
il candidato sindaco Stefania Baldassari
incontreranno la cittadinanza. Sempre oggi alle ore 18.30 gli iscritti ed
i simpatizzanti del circolo “Giovanni
Paolo II” del Movimento Cristiano
Lavoratori di piazza Masaccio 10, incontreranno
Stefania Baldassari che si
confronterà con i cittadini del rione
Tamburi sui problemi del loro quartiere.
Introdurrà il presidente del circolo Mcl,
Antonio Citrea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche