20 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 14:59:01

Politica

Elezioni, arriva Renzi

Centrosinistra e centrodestra: le grandi manovre per le candidature


TARANTO – Ci sarà da vedere come finirà al Senato per il Rosatellum. Ognuno, insomma, a destra come a sinistra, cerca di capire con quale legge elettorale si andrà a votare e come saranno ripartiti i collegi. Intanto, le grandi manovre per assicurarsi un posto in Parlamento sono già cominciate. La campagna elettorale è già entrata nel vivo. E ad aprirla ufficialmente a Taranto sarà il segretario nazionale del Partito Democratico, Matteo Renzi.
L’ex presidente del consiglio toccherà il capoluogo ionico il 20 ottobre prossimo. Proprio dalla Puglia, infatti, Renzi partirà col suo tour in treno. Cinque tappe in un giorno partendo dalla Bat e poi, passando per Bari, Brindisi, Lecce fino ad arrivare alla stazione di Taranto.
Renzi giungerà nella Città dei Due Mari proprio nel mezzo dell’agitatissimo congresso che sta lacerando il partito del quale è segretario nazionale. Ad affiancarlo, nella tappa tarantina, ci sarà fra gli altri l’onorevole Ludovico Vico. Proprio quest’ultimo sembra lanciatissimo verso la ricandidatura. Questa volta, però, non alla Camera ma al Senato. Più problematica la situazione dell’altro parlamentare Michele Pelillo, ex renziano poi passato a sostenere Michele Emiliano nel Fronte Dem. Pelillo potrebbe trovar posto nel listone civico che intende preparare Emiliano. Resta invece in Regione l’assessore Michele Mazzarano, che di sicuro sarà tra i grandi sostenitori di Pelillo.
Certissimo della candidatura alla Camera è Donato Pentassuglia, che così libererebbe un posto in consiglio regionale per Piero Bitetti. Altra novità potrebbe essere la candidatura di Gianni Azzaro, capogruppo del Pd in consiglio comunale e vicino al sindaco di Bari, Antonio Decaro. In ogni caso, gli assetti definitivi dipenderanno dalle eventuali intese traRenzi ed Emiliano e da come si evolveranno gli scossoni del congresso provinciale dove è in corso una battaglia senza esclusione di colpi tra il renziano Giampiero Mancarelli e il sindaco di Laterza, Gianfranco Lopane (Fronte Dem). E chissà che proprio dal congresso non arrivi qualche sorpresa in vista delle politiche.
Più a sinistra, guadagna posizioni Mino Borraccino. Il consigliere regionale di Sinistra Italiana potrebbe trovare spazio nell’intesa con Mdp. E martedì 17 ottobre iniziativa congiunta con Massimo D’Alema e Sergio Cofferati. Insieme a Borraccino affronteranno la questione Ilva. Appuntamento alle ore 17:30, al Palazzo del Governo.
E nel centrodestra? Sono note le ambizioni del presidente della Provincia, Martino Tamburrano. La sua candidatura appare pressoché certa. Così come dovrebbe essere in campo la consigliera regionale Francesca Franzoso. Resta da capire se ci sarà spazio anche per Vincenza Labriola. Eletta nel M5S, transitata nel Gruppo Misto della Camera dei Deputati e infine approdata a Forza Italia, vorrebbe non chiudere la sua esperienza con questa sua prima legislatura. Comporre il puzzle non sarà però facile.
Infine, Direzione Italia, che a Taranto conta il deputato martinese Gianfranco Chiarelli, pronto per una riconferma. Raffaele Fitto sarebbe propenso però a puntare anche sui consiglieri regionali. Una linea, questa, che chiamerebbe in causa Renato Perrini, il quale, tuttavia, preferirebbe proseguire il lavoro avviato in Regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche