14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 08:14:58

Politica

​Parlamento nel segno del rinnovamento​

L’appello del consigliere Piero Bitetti


«Passo dalla preoccupazione
al compiacimento nell’osservare lo scenario
politico attuale in vista delle prossime
elezioni politiche».

È quanto afferma Piero Bitetti, consigliere comunale e provinciale in vista delle consultazioni che, il prossimo 4
marzo, rinnoveranno Camera e Senato.
«Fortunatamente – sottolinea Bitetti –
questa preoccupazione è attenuata dal
compiacimento nell’osservare l’azione del
sindaco Melucci il quale si sta muovendo
in un’opera tesa al rinnovamento e alla
rappresentanza di un nuovo modo di
affrontare le istanze del territorio.

Questa
sintonia con quanto già da me espresso
solo pochi giorni fa, mi fa ben sperare nella
possibilità di un percorso condiviso che
abbia come stella polare il bene del territorio.
Che non sia traguardato solo al 4 marzo ma
che tenga dentro un percorso di rinnovamento
che coinvolge sì le istituzioni ma anche le
forze politiche e la società civile. I nuovi
parlamentari – spiega il consigliere comunale – dovranno essere a Roma i rappresentanti
di questo nuovo modo di sentire delle
istituzioni locali e, spero, anche dei partiti
in esse rappresentati quali forze di governo.
Questo percorso sarà possibile se, oltre che
nella definizione della rappresentanza, i
partiti di riferimento faranno tesoro delle
energie nuove ben presenti all’interno
di essi e perché no, si corroboreranno di
quelle presenti sul territorio disponibili ad
una azione condivisa. Ai candidati l’onere
di rappresentare, sin da subito, la volontà
di mettere al primo punto la soluzione
della questione Ilva attraverso un continuo
confronto con le istituzioni locali affinché
Taranto registri finalmente unità d’intenti
su questa complessa vicenda.

Un percorso
di questo – conclude Piero Bitetti – tipo
mi troverà costantemente al fianco del
sindaco affinché questa amministrazione
possa svolgere un ruolo -come affermavo
in campagna elettorale- di sindacato del
territorio e, al contempo, progettare la
Taranto del futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche