Politica

Il riformismo di Massa Critica

Presentato il manifesto fondante del Movimento


I soci Promotori del
Movimento Civico Massa Critica
Ionio hanno voluto incontrare la
stampa per presentare il manifesto
fondante del Movimento.
Francesca Tursi, Lara Polidori, Cosimo Spedicato, Rosanna
Danese, Claudio Leone, Libera
Falcone,Adolfo Melucci, Elisabetta
Lardiello, Nino Palma, Rosanna
Ligorio, Antonio Bosco hanno
voluto presentare il calendario
delle iniziative programmate per
il prossimo futuro.

Nei periodi di crisi, economica e
istituzionale come quella che ha
colpito l’Europa e in particolar
modo l’Italia – affermano i soci di
Massa Critica – i concetti di “popolo” e di “popolazione” assumono
significati differenti da quelli che
di norma gli vengono attribuiti dal
diritto amministrativo.
“La sovranità appartiene al popolo,
che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”, recita l’articolo 1 della nostra Costituzione.
Sono proprio quelle forme e quei
limiti a essere oggi in pericolo dalla
cosiddetta democrazia del Clik e
da chi arriva persino a sostenere
l’inutilità del parlamento fino ad
ipotizzarne il superamento.
La frammentazione sociale, la
socializzazione del rancore e
dell’odio, declinata secondo le categorie dell’individualismo e della
demagogia inconcludente, pongono
la necessità di una visione/proposta
alternativa.
L’idea di riformismo liberale, progressista ed europeista è oggi l’unico argine possibile al populismo.

L’Europa ci ha permesso di vivere
il periodo di pace più lungo della
storia del nostro continente, è
stata un volano per i paesi sottosviluppati del vecchio continente
e ha permesso a quasi 5 milioni
di giovani di viaggiare e studiare
senza frontiere. Oggi, i movimenti
nazionalisti e populisti vogliono
distruggere il sogno europeo,
portando le lancette dell’orologio
indietro di oltre sessanta anni.
L’Associazione Politico-Culturale
“Movimento Civico Massa Critica Ionio” ha inteso aderire a
l’Unione dei federalisti europei
(Uef), organizzazione politica non
governativa paneuropea dedicata
alla promozione dell’unità politica
europea, con sezioni nazionali in
25 paesi e oltre 400 gruppi locali,
che coinvolge i cittadini, la società
civile e i responsabili politici verso
l’obiettivo di un’Europa federale.
C’è un’Italia che non accetta di
veder cambiare la nostra Repubblica in una “democrazia illiberale”,
come è accaduto a Budapest o a
Varsavia.

I Federalisti europei lanciano la
campagna #ichooseeurope rivolta
a tutte le forze politiche e i movimenti civici che vogliono impegnarsi per la rifondazione della Ue.
Una campagna continentale rivolta
soprattutto ai giovani elettori, quelli che votano per la prima volta.
E che vedrà “Movimento Civico
Massa Critica Ionio” impegnato in
prima persona a partire dal primo
appuntamento del 22 febbraio a
Budapest, e quelli in preparazione a
Barcellona, Roma, Berlino e Taranto Città Europea del Mediterraneo.
In Puglia si apre una nuova stagione
di scelte…
Sono quindi tempi di ricerca, di
ascolto e di profonda riflessione.
Anche per questo, riteniamo che la
scelta di indire delle primarie per
scegliere il candidato presidente
della Regione Puglia, con oltre un
anno di anticipo, rappresenta solo il
maldestro tentativo di stroncare sul
nascere qualsiasi seria discussione
sul futuro, quando alla Puglia serve
un programma di rigenerazione politica e sociale che possa invertire
la crisi di consenso a cui si vuole
porre riparo “con gli accordi di
vertice, con il trasformismo, con
le consorterie prive di obiettivi che
non siano la conquista e la conservazione del potere”.

Massa Critica Ionio ha inteso
aderire e contribuire attivamente
alle “Primarie delle Idee” e all’iniziativa appositamente promossa
il 23 p.v. nello spazio The Hub
della Fiera del Levante a Bari, da
La Giusta Causa, convinti che il
cambiamento non può che partire
da ciascuno noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche