Politica

Partito democratico in piazza

Le iniziative dell’Area Zingaretti in vista della mobilitazione del 5, 6 e 7 aprile


L’Area Zingaretti
del Partito democratico di Taranto,
in occasione della mobilitazione
nazionale per i giorni 5, 6 e 7 aprile, mette al centro della propria
iniziativa politica sei temi fondamentali: La questione giovanile; Il
Sud e il Mezzogiorno; La ricerca e
lo sviluppo; La creazione del lavoro; La giustizia sociale; La politica
ambientale.

«Anche a Taranto come in tutti i
comuni della provincia jonica, in
ogni piazza saranno organizzati
momenti di incontro e confronto
su queste tematiche e in particolar
modo sulle questioni attinenti l’ambiente, la qualità della vita e, non
per ultimo, per dare una risposta ai
circa 80.000 disoccupati presenti
nella nostra provincia di Taranto,
di cui circa 30.000 in città. L’area
Zingaretti del Pd di Taranto è impegnata per far si che, in presenza
di una grande esigenza di garantire
una sanità di qualità, siano cambiate
completamente le politiche ambientali e industriali.

A riguardo non può
che far piacere l’istituendo corso
di laurea in Medicina, una grande
opportunità di studio e ricerca per
i ragazzi della nostra provincia in
linea con l’appello di Nicola Zingaretti, l’area Tarantina che fa riferimento al Segretario Nazionale,
ritiene di scendere in piazza per
testimoniare le politiche fallimentari del Governo attuale rispetto
alla crescita, alle politiche sulla
famiglia, alle pensioni, al disastro
che sia Bankitalia che Confindustria confermano sulla politica economica seguita da questo governo. Il
Paese ha bisogno di risposte rapide
e concrete. L’alternativa siamo noi
– dicono dall’area Zingaretti – e per
questo responsabilmente vogliamo
impegnarci per dare un futuro anche
alle generazioni nuove di questo Paese. Per amore dell’Italia scendiamo
nelle strade e nelle piazze del nostro
Paese.

Per amore dell’Italia denunciamo le azioni di questo governo.
Per amore dell’Italia vogliamo che
l’Europa cambi per essere più vicina
alle persone. Il 5, 6 e 7 Aprile una
grande mobilitazione nazionale di
chi si oppone con fermezza a questo
governo. Chi governa ha il dovere di occuparsi della difesa delle
famiglie, facendo politiche giuste
per le famiglie, non andando solo a
convegni sbandierando il nulla. Per
questo il 5, il 6 e il 7 aprile, come nel
resto del Paese, saranno tre nostre
giornate di mobilitazione per aprire
insieme anche il tesseramento al
partito per le strade».

«Tre giornate di inizio della nostra
campagna di denuncia al governo
e di idea di Nuova Europa, sotto
lo slogan “Per amore dell’Italia
costruiamo un altro Paese” e immaginiamo queste tre grandi giornate
dove tutto il gruppo dirigente del
Partito starà nelle strade a parlare
con i cittadini».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche