Il caso

Forza Italia, Di Fonzo si dimette

L’ex coordinatore provinciale «Non vado via, resto nel partito anche senza incarichi»

Politica
Taranto domenica 20 gennaio 2019
di La Redazione
Michele Di Fonzo
Michele Di Fonzo © Tbs

Il coordinatore provinciale di Forza Italia, Michele Di Fonzo, ha rassegnato le dimissioni.

«Nella giornata di giovedì - si legge in una nota a firma di Di Fonzo - ho comunicato ufficialmente al coordinatore regionale di Forza Italia le mie dimissioni dalla carica di coordinatore provinciale di Terra Jonica. L’atto ufficiale è avvenuto solo dopo un doveroso colloquio con il coordinatore regionale, on. Mauro D’Attis, al quale ho spiegato le ragioni - tutte familiari e di lavoro - della mia rinuncia al prestigioso incarico politico. Colgo l’occasione - prosegue l’ormai ex coordinatore provinciale di Forza Italia - per ringraziare pubblicamente tanto l’on. D’Attis quanto il sen. Vitali (che l’ha preceduto nell’incarico regionale) per avermi entrambi dato fiducia per diversi anni. Credo di aver svolto l’incarico di coordinatore provinciale con dedizione e cercando sempre il bene del partito che qui, nella provincia di Taranto, ha tenuto bene anche negli ultimi tempi di crisi di consensi.

Per questo risultato devo dividere i meriti con tutti i componenti del Direttivo provinciale che hanno concordemente lavorato con me in ogni occasione senza mai farmi mancare opportuni suggerimenti e proposte e sincero afflato umano. Come accennato, lascio l’incarico di coordinatore provinciale di Forza Italia Taranto senza altro motivo che impellenti e pressanti motivi familiari e di lavoro: la politica richiede molta dedizione che non sempre le si può accordare. Resto, quindi, uomo di Forza Italia, anche senza incarichi, e non penso minimamente di avvicinarmi ad altre formazioni politiche». Sull’argomento si registra l’intervento di Giampaolo Vietri, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale.

«Rivolgo un sentito ringraziamento all’amico Michele Di Fonzo, commissario provinciale di Forza Italia dimissionario, per l’impegno profuso in modo costruttivo, leale e senza mai doppi fini. Il dott. Di Fonzo ha assunto la guida locale del partito in uno dei momenti storici più difficili, mentre si consumava la rottura dell’ex leader Raffaele Fitto e si registrava la fuoriuscita dal partito di tanti dirigenti e amministratori. Da quel momento in poi Michele Di Fonzo ha rappresentato un punto di riferimento costante garantendo, in condizioni di contesto non favorevoli, la continuità e la presenza del partito sul territorio. Grazie al suo lavoro - aggiunge Vietri - e a quanti ha saputo coinvolgere, è stato possibile organizzare in questi anni le liste per le elezioni amministrative svoltesi nella nostra provincia e a svolgere tutti gli adempimenti burocratici necessari. In particolare, mi sento di ringraziarlo per essersi adoperato appieno per la costruzione della coalizione “Insieme per Taranto” durante le scorse elezioni comunali di Taranto; elezioni sfuggite di mano per un soffio, nelle quali Di Fonzo si è distinto per correttezza e sostegno fino all’ultimo minuto nei confronti dell’intera coalizione e del nostro candidato sindaco Stefania Baldassari.

In ultimo, occorre evidenziare il suo convinto sostegno al “Patto dei Sindaci” che ha visto trionfare Giovanni Gugliotti alle recenti elezioni provinciali aprendo una nuova stagione di grandi aspettative politiche sul territorio. La rinuncia ad un impegno politico diretto, seppur dettato da ragioni personali, di un uomo qualificato e perbene come il dott. Di Fonzo, che non ha mai chiesto nulla in cambio per se stesso, è per noi motivo di rammarico; Michele Di Fonzo come è noto, per le sue qualità umane e di mediatore politico, è apprezzato da tutta la politica locale senza distinzione d’appartenenza alcuna. Nonostante il partito non ha saputo premiare il suo lavoro, noi tutti, abbiamo sempre potuto contare su di lui; pertanto, a differenza di tanti che invece dimenticano, voglio rivolgergli un semplice ma sentito “Grazie Michele”».

Lascia il tuo commento
commenti