Politica

Mazzarano: “Renzi e Calenda rischiano di trascinarci in un clima di veleni senza via d’uscita”

Il commento del consigliere regionale del Partito Democratico, all'annuncio di Renzi e Calenda di presentare una candidatura alternativa a Emiliano

Michele Mazzarano
Michele Mazzarano
“La gravità politica delle intenzioni manifestate da Matteo Renzi e prontamente condivise da Carlo Calenda rischiano di farci avvitare in una spirale di polemiche e veleni senza via d’uscita”.
È il commento di Michele Mazzarano, consigliere regionale del Pd, alla luce delle ultime dichiarazioni di Calenda e Renzi contro l’esito delle elezioni primarie in Puglia.
“Le primarie celebrate domenica scorsa e vinte da Michele Emiliano – aggiunge Mazzarano – sono un sigillo inscalfibile che deve spingere il centrosinistra e Michele Emiliano ad andare avanti senza tentennamenti e senza polemiche.
Sarebbe auspicabile ora che i candidati che hanno sfidato Emiliano alle primarie facessero sentire la loro voce per difendere il percorso fin qui svolto che li ha visti protagonisti.
“Tutti noi, nessuno escluso – continua – abbiamo il dovere di continuare ad evitare che le nostre divisioni umane prevalgano sull’unità della nostra comunità. Come ha fatto Michele Emiliano che umilmente si è sottoposto al giudizio delle primarie.
Il tema dell’unità del centrosinistra è ora nelle mani dei partiti che a livello nazionale decideranno come affrontare le prossime elezioni regionali.
“Sarà compito di Nicola Zingaretti, che ha sostenuto e condiviso il nostro percorso – conclude Mazzarano – lavorare ad una larga convergenza ed inclusività delle forze del centrosinistra.

1 Commento
  1. Giovanni Cazzato 1 mese ago
    Reply

    Mazzarano si preoccupa per il suo seggio, ma ha dimenticato gli attacchi giornalieri di Emiliano contro Renzi e Calenda. Adesso cosa pretende che gli offrano sostegno? Mazzarano dov’era quando avveniva tutto questo? Non mi pare abbia mai preso posizione per mitigare le continue e spesso immotivate critiche del presidente.Il fatto poi che si chiama in causa Zingaretti è la chiara dimostrazione che Emiliano non intende interloquire direttamente con Renzi e Calenda. Almeno dimostra un pò di pudore. Questa volta:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche