31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 22:04:00

Provincia di Taranto

“La Regione faccia retromarcia”


Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle ragioni e delle testimonianze sul progetto, al momento bloccato dal comitato Via, per la Regionale 8, la bretella di collegamento dell’entroterra orientale ionico da Talsano ad Avetrana. Oggi registiramo l’appello del sindaco di Fragagnano, Michele Andrisano che, in qualità di componente dell’Unione dei Comuni “Terre del Mare e del Sole” annuncia una mobilitazione compatta dei sindaci. “Proprio nei giorni scorsi numerosi sono stati i problemi riscontrati – fa rilevare – soprattutto sul litorale, che il mancato collegamento provoca alla viabilità e circolazione dei veicoli. In questo ultimo periodo una serie di proteste, accompagnate da interrogazioni rivolte al presidente della Regione e all’assessore alle Infrastrutture, sono sorte per comprendere quali siano le proposte da avviare per risolvere in maniera tempestiva questo problema”.

Il sindaco di Fragagnano ritorna a sollevare la questione annunciando una manifestazione di rivolta controil governo regionale. “E’ assurdo come la Regione stia trattando il nostro territorio” sostiene senza riserve. La Regione Puglia, dopo aver bocciato il progetto sulla regionale 8, continua ad assassinare sempre più la nostra provincia. Non siamo più disposti a subire scelte intollerabili che gravano sulle nostre comunità. In questi ultimi giorni la nostra litoranea è completamente bloccata, code di auto affollano le strade causando un enorme disagio per tutti i cittadini. Regna il caos totale sulla nostra costiera – evidenzia Andrisano. Per trovare un parcheggio si impiega nella migliore delle ipotesi 30 minuti, scarsa viabilità e traffico in tilt. Tutto questo a discapito anche dei nostri bambini, che soffrono e sopportano questo deturpamento. Mi chiedo come faranno i mezzi di soccorso ad intervenire in caso di urgenza. Come ho già ricordato in altre occasioni, il governo regionale guidato dal presidente Vendola, continua a far danni classificando la nostra provincia ionica all’ultimo posto. Per il “Presidente” noi non esistiamo! Dopo i guai combinati nella sanità, ora ci tocca anche soffrire questo atteggiamento scorretto nei confronti dei cittadini dell’intera provincia di Taranto”. Duro l’attacco del primo cittadino di Fragagnano, esponente rilevante del Popolo della Libertà che batte i pugni e chiede maggiore rispetto per la provincia tarantina. “Ho sempre sostenuto che questo progetto rappresenti una significativa e certa ipotesi di crescita e sviluppo, supponendola anche come alternativa alla grande industria. Infatti, sono pienamente convinto che questa opera stia a certificare la valorizzazione del nostro turismo e delle nostre numerose bellezze”. Non si ferma qui il violento assalto del sindaco Andrisano pronto a mobilitarsi ed organizzare, in sintonia con i sindaci e consiglieri regionali, una manifestazione. “Abbiamo espresso il nostro dissenso anche all’interno dell’Unione dei Comuni Terre del Mare e del Sole”. Il presidente dell’Unione dei Comuni, Alberto Chimienti (sindaco di Maruggio), ha ritenuto necessario chiedere, con urgenza, un incontro alla commissione regionale per esternare le problematiche che si stanno verificando e che si andranno a verificare nel corso della stagione estiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche