15 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Ottobre 2021 alle 21:54:00

Provincia di Taranto

Regionale 8, c’è la variante al progetto


TARANTO – Un percorso rimodulato e meno alberi da sradicare. Così il Comune di Taranto cerca di convincere il comitato regionale Via per l’approvazione del progetto della Regionale 8.

La strada che, sulla carta, corre parallela alla Litoranea Salentinasi è arenata in Regione per un problema di impatto ambientale e mentre dal capoluogo ionico si levano le voci di protesta dei sindaci del versante orientale che ritengono quel progetto assolutamente strategico per lo sviluppo del territorio, il Comune ha già pronta la variante.

Stamattina l’assessore all’Urbanistica, Francesco Cosa, insieme all’ingegner Angelo Cimini della Provincia ed all’architetto Silvio Rufolo, dirigente Lavori Pubblici del Comune, alla presenza anche del sindaco Ezio Stefàno (nella foto dello studio Renato Ingenito), hanno illustrato le controdeduzioni da presentare al comitato regionale Via.

Il percorso è stato rimodulato e si interromperà a Manduria dove si erano rilevate le maggiori criticità di impatto ambientale. Lì si continuerà sul percorso attuale e cioè sulla statale. In merito, invece, agli alberi secolari di ulivo da sradicare nel saranno delocalizzati solo 180 rispetto ai mille inizialmente previsti. “Quel che mi preme evidenziare – commenta l’assessore Cosa a chiusura dell’incontro – è la condivisione che siamo riusciti ad ottenere con le associazioni del territorio. Tutti convengono sull’opportunità strategica che questa strada può dare, in termini anche di sviluppo turistico, al versante orientale della provincia ionica. Una condivisione ed unità di intenti che ritengo possa servire a convicere il comitato Via”.

In Regione già domani cominciano le audizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche