Provincia

Rifiuti e amianto, nuovo sos dai bagnanti


Assenza di segnaletica stradale, guard rail in legno a protezione dei bagnanti per lunghi tratti mancanti, pannelli in cemento, discarica di inerti di costruzioni, onduline di amianto sfibrato, cani randagi sotto gli ombrelloni e in mare tra i bagnanti.

Tutto questo accade nelle marine di Torre Ovo di Torricella e Palmintello nella marina di Lizzano.

Dopo aver constatato queste gravi situazioni di degrado dovuto allo stato di abbandono il cui questi tratti di spiaggia versano Mimmo Carrieri, Responsabile settore Ambiente- Ecologia dell’associazione CPA- Sezione Provinciale di Sava ha chiesto alla Capitaneria di Porto ed ai sindaci dei due Comuni di adoperarsi affinché diano disposizioni ad effettuare la bonifica e la messa in sicurezza delle aree degradate.

“La spiaggia di Palmintello – ci racconta – in alcuni punti, oltre ad essere ricoperta da materiali inquinanti, è anche interessata da diversi pannelli in cemento (in gran parte sprofondati nella sabbia), posizionati al posto delle “passerelle in legno” che dovrebbero facilitare ai “diversamente abili” l’attraversamento della spiaggia verso riva. I guardrail posizionati alcuni anni fa sono del tutto scomparsi ed alcuni “monconi” rimasti con i loro chiodi arrugginiti, si ergono costituendo un serio pericolo per la pubblica incolumità.

Lo stesso discorso vale per Torre Ovo dove in prossimità della cosìdetta “zona barche” ed “Eden” oltre fioriere colme di terra arida e alla presenza di cumuli di rifiuti, vi è anche una situazione di pericolo per i bagnanti della spiaggia adiacente la carreggiata protetta unicamente da quel che resta di un guardrail in legno fatto da monconi dai quali fuoriescono pezzi di ferro arrugginito”.

Situazioni di pericolo per chi abitualmente frequenta quei posti, ma anche per i turisti chiaramente in difficoltà nel vedere situazioni come quelle descritte da Carrieri. “Immagini che stridono – osserva Carrieri – con quelle che, pubblicate sul sito dell’Unione dei Comuni Terra del Mare e del Sole, proprio da Lizzano e Torricella, mostrano”. Carrieri chiede ai due sindaci di adoperarsi quanto prima per riuscire a dare una immagine reale che sia, invece, più rispondente alle bellissime spiagge visionabili sul sito internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche