Provincia

«Con la discarica, ma senza assessore»


LIZZANO – La nomina della nuova giunta del Macripò-bis desta già le prime polemiche. Il consigliere Antonio Lecce (nella foto), capogruppo del Partito democratico, dai banchi di opposizione contesta il fatto che non sia stata assegnata una delega assessorile all’ambiente.

“Un dato sconcertante – commenta – in una realtà come la nostra, messa in ginocchio dal punto di vista ambientale e puntualmente minacciata per quanto concerne le sue ricchezze paesaggistiche e naturali. Proprio in questa realtà il sindaco rieletto pensa bene di non nominare un assessorato all’ambiente e si limita a dare questa delega ad un consigliere fuori giunta. Sembra una mossa studiata per mettere in secondo piano questa problematica, a favore di una politica che lascia vuoti istituzionali incolmabili”.

Lecce, in aula nella seduta di insediamento del nuovo consesso cittadino ha già proposto di richiedere l’intervento delle autorità per “accertare responsabilità di enti ed istituzioni in ordine al rilascio delle varie autorizzazioni” concesse alla vicina discarica Vergine. “Non è formulata contro qualcuno – ha spiegato – altrimenti non sarebbe buona, ma cerca di segnare il cambiamento. Questo tema è quanto mai significativo visto che viviamo in una provincia in cui in materia ambientale i partiti hanno solo balbettato. La politica ha il dovere di alzare la testa per ridare speranza e fiducia alla popolazione. Questa proposta non sancisce la fine di tutti i problemi ambientali di Lizzano ma decreta il cambiamento in maniera irreversibile, nulla sarà più come prima”. Solo l’opposizione ha accolto la richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche