17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Provincia di Taranto

Manduria, ecco la nuova Giunta comunale


MANDURIA – Il sindaco Roberto Massafra (nella foto) ha sciolto la riserva. La maggioranza ha trovato la quadra sulla nuova giunta assessorile.

Nicola Moscagiuri, avvocato, è vicesindaco ed assessore al Bilancio. E’ il più suffragato della lista Noi Centro Ferrarese. Al suo posto in consiglio entra Paride Toma.

Due le poltrone per la Lista Girardi: Gregorio Curri, ingegnere, è l’assessore ai Lavori Pubblici ed Ecologia; Angela Moccia, consulente del lavoro, è assessore allo Sport, Cultura e Spettacolo. Anche Manduria Futura conquista due deleghe. Si tratta di quella all’Urbanistica, assegnata all’avvocato, Giovanni Luigi De Donno ed ai Servizi Sociali e Contenzioso, affidate all’avvocato Giusy Distratis.

Proposta per Manduria, dopo la rinuncia del capolista Vincenzo Andrisano, si aggiudica le Attività Produttive con Anna Maria De Valerio, commercialista e la presidenza del consiglio comunale per la quale la maggioranza lunedì prossimo (il primo consiglio di insediamento è convocato per le 17) indicherà Nicola Dimonopoli, più suffraggato della lista.

Due donne e quattro uomini guideranno, ufficialmente, a partire dalla prossima settimana, la nuova amministrazione composta dalle liste centriste che al turno di ballottaggio hanno conquistato gli elettori. Il sindaco Massafra, intanto, esprime “grande soddisfazione per aver potuto, con tali nomine, e di concerto con i consiglieri comunali e i coordinatori delle liste che compongono la maggioranza, dare quel segnale di forte rinnovamento della classe dirigente che la città si attendeva. Parità di genere, ricambio generazionale e valorizzazione delle competenze rappresentano gli aspetti salienti di quel nuovo modo di fare politica che dai manduriani è stato tanto auspicato e troppo a lungo atteso”. Auspica che d’ora in poi si possa “finalmente intraprendere la difficile opera di rinascita e ricostruzione della nostra identità cittadina e che al raggiungimento di tale obiettivo vogliano concorrere tutte le forze sane della città, indipendentemente dalla loro collocazione e dalla presenza o meno in Consiglio Comunale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche