22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 22:53:00

Provincia di Taranto

Massafra, il Pug entro la fine del mese


MASSAFRA – Entro fine mese il Piano urbanistico generale (Pug) approderà in consiglio comunale per l’adozione. 

Stamattina (nella foto un momento della conferenza) il sindaco Martino Tamburrano e l’assessore all’Urbanistica, Giuseppe Massafra hanno presentato il documento che cambierà il volto della città. Più verde, più servizi e possibilità per chi finora non ha potuto costruire.

Tutto questo nel nuovo Pug che già la prossima settimana sarà vagliato dalla giunta e successivamente finirà in consiglio comunale. Uno strumento contabile già finito nel fuoco delle polemiche per ritardi e presunte copiature e che la città attende da quarant’anni.

“Era il 1973 quando si avviarono le procedure. Ma finora si è andati avanti con varianti al vecchio Piano di Fabbricazione”. Ad ammetterlo è l’assessore Marraffa per il quale l’adozione del nuovo Pug rappresenta uno scoglio che l’amministrazione Tamburrano è riuscito a superare.
“Al di là delle polemiche sterili – ha spiegato stamattina in conferenza stampa – chi è lontano dagli uffici probabilmente non può capire il lavoro che c’è dietro. Un lavoro certosino che ha dovuto fare i conti con infiniti vincoli e cavilli. Anzi a tal proposito voglio ringraziare l’ingegner Traetta, dirigente dell’ufficio tecnico e tutto il suo staff che sono riusciti a raggiungere quest’ottimo risultato”.

Un risultato di cui l’amministrazione Tamburrano si fregia. “E’ una soddisfazione – ha aggiunto l’assessore – per l’intero gruppo amministrativo, dalla giunta ai consiglieri, perchè era una priorità del programma elettorale presentato nel 2011 e mantenere gli impegni per un amministratore è sempre motivo di soddisfazione”

Sul caso del Pug copiato, o meglio del documento propedeutico allo strumento urbanistico che da Manfredonia lamentavano fosse il proprio, l’assessore schiva: “Era solo una bozza, un modello su cui lavorare e un titolo di merito per chi lo aveva fatto. Comunque tutto è stato chiarto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche