23 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Gennaio 2022 alle 18:30:38

Provincia di Taranto

Tutto pronto per «Una firma per l’ospedale»


MARTINA FRANCA – Tutto pronto per domani, quando nella piazzetta antistante la chiesa del Carmine le associazioni Abc di Ester, Asterisco, Ambasciatori d’Amore e Creativ@ raccoglieranno le firme per chiedere il reintegro del personale nell’ospedale cittadino. 

La recente chiusura del reparto di cardiologia che da giorni non sta più effettuando ricoveri a causa della mancanza dei medici, ha attivato le associazioni che non intendono rinunciare all’ospedale.

“Lo smantellamento continuo del nosocomio – ci racconta Antonio Papapietro dell’associazione Abc di Ester – ci spaventa e non possiamo restare a guardare, per questo abbiamo pensato di promuovere una raccolta di firme che indirizzeremo al ministro della Salute Lorenzini, a Vendola ed al sindaco Ancona per chiedere l’immediato potenziamento del personale. Ci sono medici pronti a lasciare già a settembre perchè le condizione è diventata davvero insopportabile. Tutti fanno il doppio turno e la situazione rischia di scoppiare”.

La carenza di organico è stata, dicevamo, la causa della chiusura della cardiologia, ma anche altri reparti come la nefrologia e l’ortopedia rischiano di avere la stessa sorte.

Volete più medici ed infermieri? E’ questo che domani, dalle 19 alle 24 i volontari delle quattro associazioni chiederanno ai cittadini invitandoli a sottoscrivere la petizione.

“Le assunzioni sono state fatte slittare da maggio a settembre e non sappiano nemmeno la data” conclude Papapietro “il malumore serpeggiano nei corridoi dell’ospedale tra personale e pazienti ed è ora di fare qualcosa”.

“Non è più possibile accettare questa situazione” chiosa anche il consigliere comunale di IdeaLista Michele Marraffa che con il suo gruppo aveva già organizzto un sit-in per manifestare a difesa dell’ospedale martinese.

“Un ospedale – dice – deve essere presidio di salvaguardia della salute dei cittadini e se non si è in grado di garantire questo principio allora è meglio chiudere tutto. Ma è inutile dire che se è questo che vogliono fare, e mi sembra proprio che sia questo, dovranno passare sopra di noi, perché noi faremo le barricate. Il consiglio comunale aveva proposto una seduta monotematica sulla sanità ma l’assessore regionale Elena Gentile continua a non ritenere opportuno di accogliere l’invito. Siamo stufi delle prese in giro come sono stufe le tante professionalità che in ospedale, spesso in maniera eroica, mantengono in piedi i reparti”. Ai consiglieri regionali martinesi e al sindaco, Marraffa ha già chiesta di fare fronte comune e domani sera le firme potranno dimostrare chi è favore di questa battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche