24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Provincia di Taranto

“La rotatoria in via dello Stadio è inutile”


MARTINA FRANCA – “Una rotatoria inutile e che sta creando solo disagi e pericolo”.

Monta il caso dei lavori in via dello Stadio angolo via del Tocco. Qui un anno fa furono installati i cosiddetti jersey per delimitare una rotatoria che avrebbe dovuto vagliare sono per un breve periodo la nuova viabilità della zona. Invece, quella rotatoria sta creando solo problemi.

Nei giorni scorsi un uomo è stato trasportato in ospedale perchè caduto per aver cercato di evitare d’essere travolto da un’autocisterna che a pochi metri dalla rotatoria tentava di fare manovra di svolta.

Nello stesso giorno il gruppo di Idealista denunciava i ritardi dell’amministrazione Ancona per l’esecuzione di quei lavori.
Oggi a ribadire “l’incapacità amministrativa della giunta di centrosinistra” è il consigliere di opposizione Martino Miali che parla della rotatoria come di “uno scandalo”.

“E’ scandaloso – dice – che da ormai un anno dall’inizio dei lavori l’amministrazione Ancora non interviene. Si tratta dell’unica opera che questa giunta aveva avviato, senza ereditarla dal passato. Una rotatoria che a mio avviso poteva essere evitata perchè non indispensabile. Un anno fa furono installati i birilli che ancora sono lì. Questo dimostra l’insipienza e la scarsa efficacia dell’azione del sindaco Ancona e di tutta la sua giunta”.

In quella zona il caso rischia di aprire una vera emergenza perchè senza lavori resta il disagio. “I cittadini – insiste Miali – sono costretti a subire disagi gravi perchè al contempo sono aumentati la pericolosità ed il traffico in un punto strategico di Martina Franca perchè è la strada che collega al cimitero ed alle zone centrali della città”.

Il progetto c’è. A marzo la giunta lo approvò. Si doveva realizzare una mini rotatoria con un raggio da 13 metri. I fondi anche. Ma allora cosa impedisce all’amministrazione di andare avanti? L’obiettivo doveva essere quello di garantire la sicurezza stradale. Ma finora il risultato è opposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche