Provincia

Balordi sparano alla mamma. Sos per i cuccioli

Si allunga la scia di sangue che vede vittima i randagi


STATTE – La scia di sangue che vede vittima i randagi si allunga. Dopo il caso del cucciolo di rottweiler dato alle fiamme a Grottaglie, le scene dell’orrore si spostano nella campagna di Statte dove un cane è stato trovato morto e crivellato di colpi d’arma da fuoco.

Si trattava di un randagio che solo qualche giorno prima del suo ritrovamento era stata sterilizzata dai volontari di una locale associazione animalista.

Una delle tante vittime di una mano oscura che ormai troppo spesso prende di mira gli amici a quattro zampe costretti a vivere per strada.

Il fenomeno del randagismo è una piaga moderna. Un problema che ha il doppio risvolto: il disagio per chi li teme e la brutalità di chi approfitta di questi animali che hanno bisogno di cibo e di affetto.

Bruti e vigliacchi. Doppiamente vigliacchi nel caso di Statte dove il cane ucciso era una mamma. I suoi cuccioli accerchiavano il suo corpo quando è stata ritrovata. Ora cercano una casa perchè non vogliono fare la stessa fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche