23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 11:00:13

Provincia di Taranto

“E ora riprendiamoci l’aeroporto di Grottaglie”

Il già assessore provinciale Luigi Albisinni propone una class action per impugnare la convenzione ex Seap


GROTTAGLIE – Impugnare la convenzione che fu stipulata con l’ex Seap per la gestione quarantennale dell’aeroporto Arlotta al fine di dare allo scalo ionico un futuro migliore.

L’ex assessore provinciale Luigi Albisinni del movimento “Taranto c’è” ne sta verificando i presupposti.

Oggi è lui che difende l’aeroporto tarantino, lui che già qualche anno fa si era fatto promotore di un esposto in Procura circa l’utilizzo dei 5 milioni di euro che la Commissione Europea aveva stanziato nel 2007 per le compagnie aeree che decollavano dagli aeroporti pugliesi.

A che punto è la procedura?
“Aspetto ancora risposte, nel frattempo sono fiducioso che qualcosa debba cambiare. Apprezzo e sono molto vicino all’operato che le numerose associazioni nate a Taranto in difesa dell’aeroporto Arlotta stanno conducendo”.


Giovedì scorso l’assessore regionale Giannini è stato a Grottaglie dichiarando che per l’Arlotta c’è un futuro da scalo cargo, con la possibilità di voli charter nel periodo estivo. Cosa ne pensa?
“Di male in peggio. Già quando ero assessore ed oggi lo confermo dissi che Taranto, senza aeroporto, non ha futuro. Di questo devono prendere consapevolezza i tarantini e unire le forze per un’azione di difesa forte e decisa”.

In che senso?
“Credo che in questi anni non abbiamo avuto una politica seria e forte altrimenti i 5 milioni di euro non sarebbero stati dirottati verso Bari e Brindisi. Purtroppo la politica è stata completamente assente e predisposta a soggiacere al baricentrismo. E’ giunto quindi il momento che siano i tarantini ad alzare la testa. A realizzare che senza aeroporto la città non può risollevarsi”.

Cosa propone?
“Sto verificando se esistono i presupposti per impugnare la convenzione quarantennale che prevedeva voli civili per gli aeroporti pugliesi, compreso l’Arlotta e che è stata indubbiamente inosservata. Aeroporti di Puglia deve smetterla di fare il gioco del barincentrismo. Voglio impugnare civilisticamente quella convenzione per ottenerne la risoluzione e per dire basta alle tante promesse. Abbiamo bisogno di fatti, ma è necessario che tarantini se ne rendano conto e facciano si riprendano il loro aeroporto”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche