24 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2020 alle 07:06:06

Provincia

Scuole e mercato. Fratelli d’Italia: Di male in peggio

Il coordinatore Arcangelo Alfeo denuncia inadempienze dell’amministrazione Grimaldi e avanza alcune proposte


SAN GIORGIO –  Mercato settimanale e suole fatiscenti.

Due problemi più volte segnalati dall’ex coordinatore della Destra, oggi esponente di Fratelli d’Italia, Arcangelo Alfeo.
Due problemi che restano irrisolti nonostante i disagi evidenziati ed a cui, oggi, il rappresentate locale del partito di Giorgia Meloni prova a suggerire alcune soluzioni.

“Vicende amministrative – osserva – che portano alla ribalta l’inefficenza e l’approssimazione nell’amministrare di questa classe politica di maggioranza che ormai fa incetta di errori, come più volte rimarcato con il paese in completo degrado. Sarebbe il caso che questa amministrazione togliesse il disturbo per dare finalmente a San Giorgio una classe dirigente all’ altezza di ridare dignità al nostro territorio”.


Con l’inizio del nuovo anno scolastico si ripropone prepotentemente il problema delle scuole.

“I nostri edifici scolastici – sottolinea Alfeo – continuano a versare in uno stato scandaloso. Nulla o quasi è stato fatto. Che fine hanno fatto quei famosi finanziamenti per le scuole sbandierati da questa amministrazione?”

Il coordinatore va oltre ponendo un’altro problema atavico, il mercato settimanale.

“Più volte – ricorda – abbiamo denunciato che quel mercato non và bene sia per i cittadini costretti a percorrere lunghi tratti, sia per i commercianti che in questo momento di crisi chiedono condizioni migliori. E’ per questo che oggi suggerisco di utilizzare l’area antistante il Municipio dove c’è il rudere che doveva essere una scuola. Un rudere che da quel che mi risulta è tornato di proprietà del Comune dopo una sorta di ping pong con la Provincia”.

“Ritornando al problema delle scuole – conclude – so che arriverà denaro per risanare la materna Pier Della Francesca. Consiglierei all’amministrazione di utilizzare quel denaro per le altre scuole poichè riparare la materna sarebbe troppo costoso ed inutile visto che la scuola poggia su di una falda acquifera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche